Mi piace mantenere le promesse.

Un programma pieno di punti rispettati, qui sotto divisi in categorie: clicca e approfondisci tutte le cose che Giovanni Toti ha fatto per la Regione Liguria.

CATEGORIE:
mamme / famiglia / difesa del suolo / trasporti / turismo / formazione e lavoro / economia / economia del mare / innovazione / ponte morandi / sanità / coronavirus / cultura / edilizia / ambiente / welfare-sociale / agricoltura / riduzione pressione fiscale

SANITà

Ci siamo presi cura dei liguri

  • Nuovo Numero Unico d’Emergenza 112

    Approfondisci Chiudi

    La Liguria è la seconda regione in Italia ad aver attivato il numero unico di emergenza (NUE) offrendo un servizio di coordinamento e maggior rapidità di intervento.

  • Nessun ticket sanitario fino a 17 anni

    Approfondisci Chiudi

    Nel 2019 in Liguria è stato abolito il super ticket di dieci euro sulle ricette per gli under 18.
    Sono state stanziate risorse pari ad  1 milione e mezzo di euro, derivanti dal riparto del fondo nazionale stabilito dal precedente governo per la riduzione della quota fissa sulla ricetta per le categorie ‘vulnerabili’.

  • Vaccinazione gratuita 11-17 anni

    Approfondisci Chiudi

    E’ stata potenziata l’offerta vaccinale contro meningite e papilloma virus tramite lo stanziamento di 3,5 milioni di risorse regionali per acquisto vaccini, organizzazione e assunzione personale.

  • Assunzioni in sanità

    Approfondisci Chiudi

    Nel luglio 2017 si è svolto il concorsone per 69 posti, grazie al quale sono state formate le graduatorie e utilizzate in questi anni per l’assunzione di infermieri. Ad oggi sono stati assunti oltre 1300 infermieri in tutta la Liguria ed è stato aperto nel dicembre del 2019 il bando per l’assunzione a tempo indeterminato di 274 operatori sociosanitari

  • Nasce l'Azienda sanitaria della Regione Liguria

    Approfondisci Chiudi

    Nel 2016 nasce l’Alisa, l’Azienda sanitaria di Regione Liguria, per dare una governance unica a tutte le Asl presenti sul territorio, potenziando il rapporto ospedale-territorio nell’ottica dell’integrazione dei servizi sociosanitari. Alisa ha recepito l’aggiornamento nazionale dei Livelli essenziali di assistenza (LEA) e ha predisposto i codici di esenzione ticket recepiti dalle aziende ospedaliere e sanitarie liguri.

  • Nuove Case della Salute

    Approfondisci Chiudi

    Prosegue il processo di razionalizzazione e modernizzazione dei servizi sanitari in Liguria.

    – Nell’ottobre del 2017 è stato inaugurato il nuovo Palasalute di Imperia. Al suo interno trovano spazio servizi che erano prima collocati presso l’Ospedale di Imperia.

    – A meno di due anni di distanza dalla posa della prima pietra nel novembre 2018, nel luglio 2020 la Casa della Salute di Quarto apre le porte ai cittadini.

    – Apertura del Palazzo della Salute di Pegli operativa da gennaio 2018 per fornire al cittadino una risposta completa e integrata alla domanda assistenziale

    – Apertura nuova Casa della Salute Asl3 di Voltri con un pacchetto di offerte di cura e assistenza. Si tratta inoltre di una struttura realizzata secondo gli standard più elevati anche dal punto di vista ambientale.

    – Siglato dalle istituzioni locali e dalle parti sociali l’accordo per la nuova Casa della salute della Valpolcevera e Valle Scrivia che verrà realizzata nella sede dell’ex istituto “Trucco” a Bolzaneto e sulla quale è già partita la gara di aggiudicazione del progetto.

    + 11 Nuovi laboratori polispecialistici presso la ASL3 di Recco (Ex Ospedale Sant’Antonio) un grande progetto per una sanità più vicina ai cittadini

  • Elisoccorso

    Approfondisci Chiudi

    Convenzione stipulata tra Regione Liguria e Vigili del Fuoco che prevede interventi, effettuati dai 2 elicotteri a disposizione dai VVF, che garantiscono la presenza di un medico e infermiere per ogni viaggio.

     

Coronavirus

Dal primo giorno Regione si è impegnata senza sosta per cittadini, imprese, lavoratori, studenti, famiglie, fasce più deboli.

  • Alloggi per il personale medico che vuole tutelare la propria famiglia

    Approfondisci Chiudi

    Per venire incontro alle esigenze del personale sanitario che lavora per i pazienti affetti da coronavirus, Regione Liguria ha scelto di trovare per loro un alloggio diverso dal proprio domicilio a maggiore tutela dei familiari e dei pazienti.

  • Strutture extraospedaliere riservate ai malati di Covid-19

    Approfondisci Chiudi

    – La prima nave-ospedale d’Italia
    – Danilo Ravera di Viale Cembrano a Genova
    – La scuola di polizia penitenziaria di Cairo Montenotte
    – L’ex ospedale Falcomatà della Spezia

  • Con le squadre Gsat abbiamo potenziato l’assistenza domiciliare per i tanti pazienti che hanno fatto la malattia a casa in tutta la Liguria

    Approfondisci Chiudi

    – ASL 1         4 squadre
    – ASL 2         5 squadre
    – ASL 3         8 squadre + 5 squadre tampone
    – ASL 4         3 squadre
    – ASL 5         4 squadre

  • 3,5 milioni alle famiglie con disabilità o non autosufficienti per l'assistenza domiciliare o l'acquisto di attrezzature informatiche

    Approfondisci Chiudi

    Sul fronte della scuola e del sociale è destinato alle famiglie un cospicuo ammontare per l’accudimento dei figli. Un impegno concreto per le fasce più deboli.

  • Attivata la ricetta dematerializzata in tutta la Regione per non affollare gli studi medici

    Approfondisci Chiudi

    In tutta la Liguria è attiva la procedura per ricevere la ricetta del medico via mail, telefono o SMS, non è quindi più necessario recarsi fisicamente dal medico per ritirare la ricetta.

  • Numero verde per la consegna a domicilio della spesa per gli anziani e le persone fragili

    Approfondisci Chiudi

    E’ stato potenziato il numero verde (che era già attivo per oltre mille anziani in carico ai servizi sociosanitari) per renderlo disponibile a tutte le persone che avevano bisogno della consegna a domicilio della spesa, o di farmaci, durante il periodo di emergenza in cui era importantissimo rimanere in casa per evitare l’aumento dei contagi.

  • Focus Rsa

    Approfondisci Chiudi

    – Squadre Audit: operative in tutta la Liguria 7 squadre con 16 infermieri specializzati nel rischio infettivo per verificare criticità e prevenire il contagio.
    – Videochiamate: tablet e strumenti tecnologici per 43 Rsa per consentire agli ospiti di videochiamare i propri cari.

  • Migliaia i Test sierologici effettuati in Liguria

    Approfondisci Chiudi

    – Nelle RSA sottoposte al test circa 20mila persone tra 12mila ospiti e 8mila dipendenti. Oltre 9.000 test effettuati anche nelle strutture residenziali per persone disabili, con dipendenze, aids o con disagio psichico.

    – Sul PERSONALE SANITARIO: test effettuato su 20 mila operatori del sistema sanitario regionale su base volontaria.

    – Nelle CARCERI: testati 668 detenuti su 1.500 e 842 operatori di Polizia Penitenziaria su 1.056

  • 695 nuove assunzioni nella sanità, di cui 256 medici e 219 infermieri

    Approfondisci Chiudi

    Per fronteggiare l’emergenza Corona virus, è stato portato avanti il Piano di assunzioni straordinarie di personale sanitario, tra i quali medici, infermieri ma anche operatori sociosanitari, tecnici di laboratorio e altre figure indispensabili per coprire il crescente fabbisogno.

  • Bonus a medici, infermieri e operatori sanitari impegnati nell’emergenza Covid-19

    Approfondisci Chiudi

    Regione Liguria ha stanziato ben 9 milioni di euro per riconoscere un premio a medici, infermieri e a ogni operatore sanitario impegnato nell’emergenza Covid. Il riconoscimento consiste in un bonus tra 400 e 1400 euro per circa 16mila lavoratori.

  • Distribuzione di milioni di Dpi in tutta la Liguria

    Approfondisci Chiudi

    – Quasi 9 milioni di pezzi consegnati ad aziende, Rsa e pubbliche assistenze;

    3,5 milioni di mascherine chirurgiche distribuite gratuitamente ai cittadini dalla Protezione civile di Regione Liguria: 2 milioni e 500mila pezzi tramite Poste italiane e i sindaci (nei Comuni sopra i 2000 abitanti) e 1 milione di pezzi attraverso le farmacie;

    1,7 milioni di mascherine chirurgiche distribuite gratuitamente alle categorie produttive dalla Protezione civile di Regione Liguria.

  • Azioni di Protezione Civile

    Approfondisci Chiudi

    – Allestimento tende pre-triage davanti agli ospedali e ai principali penitenziari;

    – Gestione dell’arrivo di 5 navi da Crociera con lo sbarco protetto di oltre 7mila persone.

  • Numero verde per il sostegno alle imprese e per informazioni sul coronavirus

    Approfondisci Chiudi

    Per fornire supporto alle imprese è stato attivato il numero verde di prima assistenza.

  • Fondi rotativi per le imprese

    Approfondisci Chiudi

    – 700mila euro per il commercio ambulante

    500mila euro per le attività culturali private

    500mila euro per le associazioni sportive

  • Fondo di garanzia regionale per le micro e piccole imprese del turismo, commercio e artigianato. Proroga dei bandi per le imprese dell'entroterra

    Approfondisci Chiudi

    Regione Liguria a fronte dell’emergenza ha messo in campo un intervento economico importante ed immediato per andare incontro alle esigenze dei settori dell’economia ligure che si è trovata in forte difficoltà con l’emergenza.

  • 6 milioni di euro per aiutare le aziende in difficoltà e sostenere i lavoratori stagionali rimasti inoccupati

    Approfondisci Chiudi

    – Bonus assunzionali (da 3 a 6 mila euro per ogni lavoratore) non solo per le strutture strutture ricettive, ma anche per bar e ristoranti;

    – Due nuove misure per i lavoratori rimasti disoccupati: percorsi integrati di politica del lavoro e formazione oppure tirocini fruibili a distanza, combinati con misure di sostegno al reddito pari a 500 euro al mese per un massimo di cinque mesi.

  • Nuovi bandi con stanziamento di fondo perduto per la digitalizzazione e la sanificazione delle imprese

    Approfondisci Chiudi

    Un aiuto alle attività liguri per l’adozione delle nuove misure di messa in sicurezza anti-Covid (compresa la sanificazione) e per l’adattamento e il miglioramento della digitalizzazione delle aziende per esigenze lavorative.

  • Cancellazione di 2 mesi di affitto per gli inquilini delle case popolari che hanno perso reddito a causa dell'emergenza e oltre 2 milioni a favore di 136 comuni per il sostegno all’affitto

    Approfondisci Chiudi

    Una risposta concreta ai reali bisogni dei cittadini:

     

    • Cancellazione di 2 mesi di affitto per le famiglie che vivono nelle case popolari e hanno perso il lavoro o avuto una riduzione dello stipendio di almeno il 20% non riuscendo a pagare le prime due mensilità.

     

    • Oltre 2 milioni di euro a favore di 136 comuni liguri, per aiutare le famiglie che a causa dell’emergenza coronavirus stanno facendo molti sacrifici per partire e non riescono a pagare l’affitto
  • Task Force per accompagnare le imprese che vogliono convertire la loro produzione in mascherine o materiale sanitario

    Approfondisci Chiudi

    Creazione di una Task Force specifica per aiutare le imprese nella conversione di produzione, sostenendole nel percorso di validazione e certificazione dei dispositivi medici e DPI prodotti o importati.

    Un contributo concreto alle famiglie per l’acquisto di tablet, device e/o traffico dati per poter far seguire ai figli studenti le lezioni a distanza, garantendo il loro diritto allo studio.

  • Un bando da 4 milioni di euro per il piano straordinario di “formazione per ripresa”

    Approfondisci Chiudi

    Un piano straordinario di ‘formazione per la ripresa’ con un bando da 4 milioni di euro dal Fondo sociale europeo per realizzare attività formative a distanza di supporto ad aziende e lavoratori in modo da agevolare il più possibile la riapertura delle attività economiche in piena sicurezza a seguito dell’emergenza Covid-19.

     

  • 2 bandi che completano gli interventi all’interno del piano straordinario di supporto al settore del turismo per l'emergenza Covid-19

    Approfondisci Chiudi

    – Primo bando: dedicato alle imprese del settore del turismo che siano interessate ad avviare un tirocinio in forma agile a distanza con un lavoratore stagionale disoccupato. Al tirocinante è riconosciuta un’indennità di partecipazione pari a 500 euro mese per un massimo di 5 mesi.

    – Secondo bando: dedicato agli iscritti ai corsi formativi della tipologia “A” e prevede l’erogazione di un contributo una tantum di 200 euro (voucher ICT) per l’acquisto di strumenti informatici.

  • Misure a sostegno dei taxisti

    Approfondisci Chiudi

    – 2 milioni di euro di fondi FSE per voucher taxi;
    – estensione del bando regionale che finanzia il rinnovo del parco auto anche alla copertura di spese di riqualificazione per manutenzioni straordinarie delle vetture.

  • 4,5 milioni alle famiglie per l'acquisto di tablet o computer, e traffico dati, per seguire le lezioni online

    Approfondisci Chiudi

    Un contributo concreto alle famiglie per l’acquisto di tablet, device e/o traffico dati per poter far seguire ai figli studenti le lezioni a distanza, garantendo il loro diritto allo studio.

  • Assegnati oltre 17mila voucher settimanali ai centri estivi per oltre 2,2 milioni di investimento per la ripartenza in sicurezza, senza gravare sulle famiglie

    Approfondisci Chiudi

    Un sostegno concreto ai genitori lavoratori per aiutarli a conciliare il lavoro con le esigenze di tutela dei loro figli (bambini e ragazzi adolescenti). Oltre 17mila voucher settimanali erogati da Regione Liguria per i centri estivi liguri, per un valore di oltre 2,2 milioni di euro.

  • Aperto bando ALISEO per richieste borse di studio a universitari per aggiunta “bonus Covid-19”

    Approfondisci Chiudi

    Aggiunta del “bonus Covid-19” nelle borse di studio degli studenti che hanno dovuto sostenere gli esami universitari nel periodo di lockdown.  Agli studenti verrà assicurato un bonus di 5 crediti per accedere alla borsa di studio.

  • Stanziati 7,5 milioni di euro del FSE per attivare 3 bandi per far fronte all’emergenza Covid-19, a sostegno delle seguenti categorie

    Approfondisci Chiudi

    – Scuole paritarie (2,8 milioni)
    – Trasporto categorie deboli (2,2 milioni)
    – Lavoratori mense e pulizie (1,8 milioni)

  • Protocollo d’intesa con Sindacati e Confindustria per riprogrammazione Fondi Europei a seguito dell’emergenza Covid-19.

    Approfondisci Chiudi

    Stanziamento di ulteriori 6 milioni che vanno ad aggiungersi ai 12milioni per le imprese che si trovano nelle aree di crisi non complessa delle Province di Genova, Imperia e La Spezia

  • Protocollo operativo triennale con il Forum ligure del terzo settore, per attività di supporto alle fasce più deboli dopo emergenza Covid-19.

    Approfondisci Chiudi

    In campo oltre 2 milioni e Accordo di programma 2019 inviato a Roma per definitiva approvazione.

  • Pronto il piano territoriale per fronteggiare un’eventuale ripresa della pandemia da Covid-19

    Approfondisci Chiudi

    – Equipe operative per la ripresa dell’attività scolastica
    – Assunzioni dipartimenti di prevenzione
    – Assunzioni infermieri di famiglia e di studio
    – Potenziamento Gsat
    – Sorveglianza attiva e monitoraggio presso le Rsa
    – Centrale regionale territoriale

MAMME

Abbiamo aiutato le mamme

  • Corsi pre-parto gratuiti

    Approfondisci Chiudi

    Esenzione ticket per i corsi di accompagnamento alla nascita, oltre che per le visite
    e l’assistenza ostetrico-ginecologica legata alla gravidanza e post parto, effettuati
    nelle strutture sanitarie pubbliche o private accreditate, compresi i consultori
    familiari.

  • Bonus asili nido

    Approfondisci Chiudi

    Sono stati investiti 8 milioni di euro in voucher, dal valore di 100 a 200 euro, per:

    – 2296 domande soddisfatte nel 2018

    – 2345 domande soddisfatte nel 2019 (dato non definitivo e in aumento)

    E altri 2,5 milioni inizialmente stanziati per l’edizione 2020.

  • Bonus baby sitter e badanti

    Approfondisci Chiudi

    Sono stati investiti 6,3 milioni di euro grazie al Fondo europeo POS FSE, destinati a:

    – Donne che lavorano o devono rientrare nel mondo del lavoro e che provvedono all’accudimento di famigliari, minori, disabili sia minori che adulti

    – Persone disabili adulte che provvedono alle proprie necessità avvalendosi dell’assistenza di una badante assunta da loro stessi

  • Bonus per dispositivo salva-bebè per seggiolino

    Approfondisci Chiudi

    A seguito dell’introduzione dell’obbligo di installazione di dispositivi per prevenire l’abbandono di bambini nei veicoli chiusi è stato inserito nella Legge di stabilità della Regione Liguria, per l’anno finanziario 2020, uno stanziamento di 400 mila euro quale contributo per le famiglie all’acquisto dei dispositivi di allarme.

     

FAMIGLIA

Abbiamo sostenuto le famiglie

  • Meno tasse alle giovani coppie e alle famiglie con almeno 2 figli a carico

    Approfondisci Chiudi

    Nella Legge di stabilità della Regione Liguria, per l’anno finanziario 2020, è stata inserita detrazione che diminuisce l’addizionale regionale Irpef per circa 25 mila famiglie, con reddito complessivo fino a 30 mila euro e con almeno 2 figli a carico.

  • Asili aperti d’estate e più a lungo

    Approfondisci Chiudi

    Dal 2017 al 2019 sono stati stanziati complessivamente 1 milione e mezzo di euro per un numero sempre maggiore di posti nei nidi. Nel 2019 le risorse messe a disposizione sono interamente regionali per un totale di 600mila euro destinati all’apertura estiva dei nidi pubblici e privati.

  • Borse di studio per acquisto libri

    Approfondisci Chiudi

    Dal 2016 sono stati utilizzati 800 mila euro di risorse regionali a beneficio degli studenti, delle diverse fasce di reddito, per offrire una quota di rimborso spesa per l’acquisto libri di testo, aumentata fino alla copertura del 60% di spesa sostenuta dalle famiglie.

  • Bonus badanti

    Approfondisci Chiudi

    Sono stati investiti 6,3 milioni di euro grazie al Fondo europeo POR FSE, destinati a:

    – Donne che lavorano o devono rientrare nel mondo del lavoro e che provvedono all’accudimento di famigliari disabili, sia minori che adulti

    – Persone disabili adulte che provvedono alle proprie necessità avvalendosi dell’assistenza di una badante assunta da loro stessi.

  • Supermercati più economici in città

    Approfondisci Chiudi

    Nuovo Risparmio Casa a Rivarolo e prossima apertura Esselunga ad Albaro

  • Protocollo per una Liguria più sicura

    Approfondisci Chiudi

    Portato a termine l’investimento regionale di 1 milione di euro per strade, centri storici, parchi e spiagge più sicure in Liguria grazie a più uomini, più telecamere e più mezzi a disposizione per la sicurezza dei cittadini.

DIFESA DEL SUOLO

Abbiamo protetto il nostro territorio

  • Protezione Civile della Liguria: un modello a livello nazionale

    Approfondisci Chiudi

    Abbiamo riorganizzato una nuova Protezione Civile con Sala operativa aperta 24 ore su 24 e potenziato la capacità di previsione dando vita a un nuovo Sistema di allerta basato sui colori (attenzione, preallarme, allarme) diffondendo la mitigazione del rischio nelle situazioni di pericolo per il nostro territorio. Regione Liguria ha inoltre provveduto ad un investimento di 3 milioni di euro per acquisto nuove risorse di colonna mobile tra cui lo spazzaneve-spargisale in dotazione alla Provincia di Savona; il nuovo mezzo dedicato al 118 per le grandi emergenze; un pullmino con 9 e gancio traino e 1 Pick up per trasporto volontari, attrezzature e approvigionamento beni per il funzionamento della cucina destinati alla Croce Rossa; 1 autocarro con Gru all’Associazione Nazionale Alpini; 1 pulmino con 9 posti per il trasporto delle forze in emergenza e eventualmente della popolazione coinvolta e 1 autocarro con cassone ribaltabile trilaterale e gru dedicato all’Associazione Nazionale Carabinieri; un furgone destinato al trasporto di merci gran volume – 3,5 tonnellate e un autocarro con gru all’ A.N.P.A.S.; 1 miniscavatore cingolato con n.3 benne attacco rapido al coordinamento provinciale di La Spezia; 5 pick up con doppia cabina 4×4 35 qli e 1 pulmino con 9 posti al coordinamento provinciale di Savona; 2 pick up, 1 autocarro e 1 pulmino con 9 posti al Coordinamento provinciale di Imperia; 1 autocarro con Gru Trasporto container 20’ destinato al Settore Protezione Civile – poli logistici di Santo Stefano Magra e Villanova D’Albenga.

  • Nuova sede della Protezione Civile di Porto Venere

    Approfondisci Chiudi

    Dopo 50 anni di abbandono abbiamo dato il via ai lavori per riqualificare e trasformare il rudere all’ingresso del borgo delle Grazie nella nuova sede della Protezione Civile di Porto Venere. Regione Liguria ha messo in campo oltre mezzo milione per dare un nuovo volto a questa località ma anche per la sicurezza dei cittadini. Trasporti

  • Gestione post-emergenziale 2015-2020

    Approfondisci Chiudi

    La Liguria in questi anni è stata vittima di numerosi eventi calamitosi che hanno messo in forte difficoltà il nostro territorio e danneggiato fortemente Comuni, cittadini e attività economiche. Grazie all’illustre lavoro coordinato di tutti gli enti locali (maggiori e minori) e della gestione emergenziale di Protezione Civile siamo riusciti a dare un celere contributo ai danni subiti, attraverso le seguenti misure:

    – Autonoma sistemazione
    Spese sostenute in prima emergenza
    Interventi di somma urgenza
    Interventi urgenti volti ad evitare situazioni di pericolo
    Interventi di riduzione del rischio
    Sostegno ai patrimoni privati
    Sostegno alle attività produttive

    ALLUVIONE SETTEMBRE 2015

    ENTROTERRA DI GENOVA

    TROMBA D’ARIA

    OTTOBRE 2016

    TIGULLIO

    ALLUVIONE NOVEMBRE 2016

    ENTROTERRA IMPERIA E SAVONA

    EMRGENZA CROLLO PONTE MORANDI

    GENOVA

    MAREGGIATA OTTOBRE 2018

    TUTTO IL TERRITORIO REGIONALE

    EMERGENZE OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE 2019

    TUTTO IL TERRITORIO REGIONALE

    Danno complessivo

    +30 milioni

    +20 milioni

    179 milioni

    +550 milioni

    +500 milioni

    Risorse attribuite e TOTALMENTE allocate in funzione del RIPARTO PER ATTIVITA’

    2.664.000,00

    2.147.000,00

    11.000.000,00

    33.470.000,00

    169.577.588,76 (2019)

    146.590.267,62 (2020)

    115.993.331,85 (2021)

    126.312.885,97

    +

    8.100.000,00

    *in fase istruttoria autonoma sistemazione

  • Somme urgenze

    Approfondisci Chiudi

    Dal 2018 sono stati investiti da Regione Liguria sul territorio ligure 300 milioni per somme urgenze, che ricomprendono il ristoro dei danni ai privati e imprese e la realizzazione di opere infrastrutturali per riduzione del rischio e aumento della resilienza del nostro territorio. I maggiori interventi sono avvenuti nei diversi Comuni liguri per la difesa della costa, la realizzazione di opere pubbliche necessarie e per la sicurezza stradale.

  • Grandi Opere realizzate a tempi record

    Approfondisci Chiudi

    – Nuovo Ponte Genova San Giorgio: in stretta collaborazione con il Commissario alla Ricostruzione è stata condotta in tempi record la demolizione dei resti del Ponte e conseguente l’avvio della ricostruzione del nuovo ponte.ù


    – Nuova strada Portofino
    : a seguito delle mareggiate del 29 ottobre 2018, è stata prontamente gestita l’emergenza e la mobilità dei residenti (lavoratori e studenti) in accordo con la Città Metropolitana attraverso sistemi alternativi via mare. La nuova viabilità di collegamento è stata realizzata nel tempo record di 6 mesi.

    Strada mare aggancio della Guido Rossa con il Casello di Sestri ponente e strade spondali Val Polcevera: il completamento della nuova strada a mare attraverso la connessione diretta con il casello autostradale di Sestri Ponente si è rivelato indispensabile al fine di attenuare il pesante disagio determinato dal crollo del Ponte Morandi.

    Nuova strada mare interna all’area delle acciaierie: opera realizzata in tempi strettissimi e senza la quale l’accesso al porto storico di Sampierdarena sarebbe stato impossibile. La nuova viabilità che attraversa le aree delle acciaierie è riservata ai mezzi commerciali diretti al porto ma utilizzabile anche da altri veicoli commerciali non strettamente interessati alle attività portuali.

  • Più di 200 cantieri aperti e finanziati contro il dissesto idrogeologico

    Approfondisci Chiudi

    Nei 5 anni di legislatura abbiamo finanziato oltre 200 interventi contro il dissesto idrogeologico, con un investimento complessivo di circa 408 milioni di euro, per interventi di messa in sicurezza della città di Genova e di altri piccoli Comuni dell’entroterra.

  • Lo scolmatore del Bisagno: il più grande cantiere contro il rischio alluvioni

    Approfondisci Chiudi

    Lo scolmatore del Bisagno è l’intervento strutturale di maggior rilevanza per la messa in sicurezza idraulica di Genova che permetterà di smaltire in mare 1300 metri cubi al secondo di acqua durante le forti precipitazioni. La conclusione dell’opera è prevista per l’anno 2024, a fronte di un costo complessivo di circa 204 milioni di euro.

  • Lo scolmatore del Fereggiano di Genova: un modello da seguire per la difesa idrogeologica

    Approfondisci Chiudi

    Lo Scolmatore del Fereggiano, un’opera lunga 3,5 km con un diametro di 5 metri circa, permette di portare via una parte delle portate di piena del torrente Fereggiano a Quezzi, a monte di largo Merlo. Lo scolmatore, già utilizzato in occasione dell’ondata di maltempo del 2018, prevede di convogliare, in caso di piena, 110 metri cubi di acqua al secondo che vengono portati a mare direttamente dalla galleria.

TRASPORTI

Abbiamo migliorato il trasporto pubblico

  • Aeroporto con crescite da record!

    Approfondisci Chiudi

    – Aumento dei collegamenti aerei nel settore low cost (1.530.779 di viaggiatori)

    – Aumento dei viaggiatori per i voli internazionali (+12%)

  • Rinnovo flotta dei treni regionali entro il 2023

    Approfondisci Chiudi

    Immissione di 48 nuovi treni innovativi adatti alle esigenze e al comfort di pendolari e turisti. Uno svecchiamento drastico che rinnoverà la flotta regionale, che entro il 2023 avrà un’età media di 5 anni.

  • Nuovo contratto di servizio con Trenitalia

    Approfondisci Chiudi

    – Potenziamento del servizio su più tratte: Sestri Levante- Savona e Genova- Ovada.

    Il Frecciarossa sbarca in Liguria: un treno Frecciarossa collega Genova con Milano e Venezia che permette la riduzione dei tempi tra Genova e il Nord Est.

    – Nuovo Cinque Terre Express: treno regionale che si muove tra La Spezia e Levanto, fermandosi in tutte le località del Parco: Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza, Monterosso.

TURISMO

Abbiamo fatto volare il turismo

  • Turismo 5 anni in crescita: milioni di presenze italiane e straniere!

    Approfondisci Chiudi

    Dall’estate 2015 all’estate 2019 ammontano a oltre 18 milioni gli arrivi di turisti in Liguria (+19,18%) e circa 70 milioni di presenze nelle strutture ricettive (+16,2%).

     

  • Incremento esponenziale di appartamenti ad uso turistico

    Approfondisci Chiudi

    Negli ultimi cinque anni gli appartamenti in affitto a uso turistico registrati dai Comuni liguri sono passati da 3.500 a 25.000, per oltre 100mila posti letto disponibili (più di 90mila posti letto in più dal 2018).

     

  • Prima Regione italiana per croceristi

    Approfondisci Chiudi

    Sono oltre 3 milioni i passeggeri delle grandi compagnie di crociera a sbarcare sulle banchine dei terminal di Savona, Genova, La Spezia e negli scali di Portovenere, Santa Margherita e Portofino, grazie agli investimenti e ai lavori di miglioramento effettuati per banchine e terminal.

  • Liguria protagonista di Grandi Eventi: fiere e campagne internazionali di promozione

    Approfondisci Chiudi

    In questi anni l’Agenzia regionale per la promozione turistica regionale, Agenzia “In Liguria”, ha integrato l’attività di promozione territoriale rivolta agli operatori con l’organizzazione di eventi che uniscono la valorizzazione delle eccellenze, risonanza mediatica, sinergie pubblico-privato e interregionali. Regione Liguria è stata così protagonista di grandi eventi anche a livello internazionale tra cui:

    – La Liguria dei Red Carpet – Emozioni da Star

    – Firma e Pesta per ottenere il riconoscimento dall’Unesco per il pesto

    – La campagna negli aeroporti di tutta Europa “La Liguria è un’altra cosa”

    – In Liguria Puoi, la campagna di promozione del turismo – uno degli asset fondamentali dell’economia ligure, da cui dipendono migliaia di posti di lavoro

    – Liguria sinfonia di sapori, la campagna di promozione dei prodotti agricoli e del gusto della Liguria

     

  • La Liguria a portata di mano!

    Approfondisci Chiudi

    Nasce l’App LamiaLiguria ed Experienceliguria.it!  Due nuovi contenitori online che racchiudono e orientano il turista ad una serie di esperienze da fare nella nostra suggestiva Liguria. Un portale virtuale in tasca di tutti i cittadini per riscoprire le bellezze culturali del nostro territorio.

FORMAZIONE E LAVORO

Abbiamo dato un’occasione a giovani e meno giovani

  • Orientamenti: il più grande salone italiano per l’orientamento

    Approfondisci Chiudi

    Il Salone Orientamenti ha registrato negli ultimi cinque anni un aumento esponenziale di presenze: 48mila visitatori nel 2015, 60.400 nel 2016, 70mila nel 2017, 91mila nel 2018 fino al record di oltre 100mila presenze nel 2019. Una formula vincente per i giovani!

  • Alloggi agevolati per studenti universitari fuori sede

    Approfondisci Chiudi

    Regione Liguria con un investimento di oltre 1 milione di euro ha messo a disposizione delle giovani matricole provenienti da altre regioni nuovi posti letto in alloggi individuati in diverse zone della città, a fronte di una spesa di 2 euro al giorno per l’alloggio. Sale del +8% il numero degli studenti iscritti all’Università di Genova rispetto agli ultimi cinque anni. Regione Liguria ha inoltre stanziato oltre 20 milioni di euro per finanziare la costruzione di due residenze universitarie con 348 posti letto, riuscendo così a coprire al 100% la richiesta di alloggi per studenti universitari fuori sede

  • Alloggi a canone moderato per giovani coppie

    Approfondisci Chiudi

    Regione Liguria con un investimento da quasi un milione e mezzo di euro ha consegnato 12 nuovi alloggi nel centro storico di Genova per giovani coppie che potranno usufruirne a canone moderato.

  • Nuovi professionisti per la Blue Economy e per un turismo più moderno

    Approfondisci Chiudi

    Il 76% degli allievi fuoriusciti dai corsi sulla Blue economy hanno trovato un’occupazione nei settori dell’economia del mare. Regione Liguria ha rafforzato il proprio impegno per la formazione in ambito turistico, investendo 5 milioni di euro in corsi di formazione che prevedono 390 nuove assunzioni.

  • Nuove accademie per le professioni del mare

    Approfondisci Chiudi

    Dal 2016 a oggi sono stati impegnati da Regione Liguria 7 milioni di euro del Fondo Sociale Europeo a favore degli Istituti Tecnici Superiori. Le aziende hanno prospettato una previsione di assunzione come valore minimo del 70% degli allievi.

  • Over 40 e over 60: un aiuto al lavoro per chi è in difficoltà

    Approfondisci Chiudi

    In questi anni abbiamo avuto cura anche dei lavoratori “meno giovani” che hanno perso il lavoro e necessitano di percorsi dedicati, di aggiornamento o nuova formazione, per il rinserimento nel mondo del lavoro. Ammontano a 105 i lavoratori liguri coinvolti su 56 progetti attivi.

  • Corsi di formazione gratuiti collegati alle esigenze del sistema produttivo

    Approfondisci Chiudi

    Ammontano a 25mila gli iscritti a corsi attivati da Regione Liguria, grazie al Fondo Sociale Europeo, in materia di turismo – servizi portuali – cucina – informatica, che offrono la possibilità di imparare un mestiere in settori trainanti dell’economia ligure.

  • Pubblica Amministrazione, introdotta la valutazione dei dirigenti a 360 gradi

    Approfondisci Chiudi

    Regione Liguria introduce un’osservazione “a tutto tondo” delle competenze manageriali. L’obiettivo è offrire al soggetto valutato, una fotografia di come viene percepito nell’ambiente di lavoro sulla base dei comportamenti organizzativi agiti.

  • Stabilizzazione del personale a tempo indeterminato

    Approfondisci Chiudi

    – Stabilizzati 78 precari dei centri per l’impiego:

    – Stabilizzati a tempo indeterminato medici precari del 118 con più di tre anni di esperienza;

    – Stabilizzazione a tempo indeterminato di personale precario di Regione Liguria per 69 unità nell’area delle politiche del lavoro e centri per l’impiego;

    – Stabilizzati 54 lavoratori a tempo indeterminato di Alfa, l’agenzia regionale per il lavoro, la formazione e l’accreditamento;

    – Regione Liguria ha avviato la procedura di presentazione delle domande per la stabilizzazione a tempo pieno e indeterminato di personale precario dell’Ente per 3 unità di categoria D, posizione economica D1, profilo professionale “Funzionario esperto nei rapporti con i media/giornalista pubblico”presso l”Ufficio stampa della Giunta regionale.

    – Stabilizzazione del personale precario impiegato in Arpal con contratti di lavoro subordinato a tempo determinato mediante procedura di assunzione diretta a tempo indeterminato dei soggetti in possesso dei requisiti previsti dall’art. 20 comma 1 del d.lgs n.75/2017.

  • Accademie di alta formazione per aiutare i giovani a trovare lavoro

    Approfondisci Chiudi

    Istruire i giovani non basta, bisogna formarli e indirizzarli verso quelle competenze che oggi creano lavoro. Regione Liguria si è sin da subito impegnata per l’apertura di nuovi poli d’eccellenza per la formazione professionale:

    – L’ Accademia di Alta Formazione per l’Hôtellerie di Bordo ad Arenzano;

    – L’ Accademia Italiana della Marina Mercantile a Lavagna.

ECONOMIA

Abbiamo dato valore all’economia

  • Il Growth Act diventa legge

    Approfondisci Chiudi

    La vision della Legge sulla crescita comprende la semplificazione normativa e la riorganizzazione di tutto il sistema regionale, dei propri enti e società partecipate per indirizzare la Liguria verso lo sviluppo nel rispetto dell’ambiente e delle parti sociali, per garantire ai liguri il diritto al lavoro e alle imprese di poter crescere.

  • Esenzione pagamento IRAP per le imprese degli under 35

    Approfondisci Chiudi

    Regione Liguria ha inteso varare una manovra di stimolo all’imprenditoria giovanile con l’esenzione integrale dall’IRAP, per cinque anni, alle nuove attività imprenditoriali insediate sul territorio ligure nel 2020 da parte di giovani imprenditori, nei settori a basso impatto ambientale, della green economy, del turismo e della ricerca scientifica.

     

  • Sostegno alle società sportive

    Approfondisci Chiudi

    Fondo strategico regionale per finanziamenti in investimenti rifacimento di strutture sportive ed attrezzature, in favore di associazioni sportive dilettantistiche e società sportive. Dei 500mila euro stanziati grazie al Fondo sono state concesse agevolazioni soddisfacendo tutte le domande pervenute dalle Associazioni Sportive Dilettantistiche liguri facenti domanda per l’anno 2019.

  • Sostegno all’auto imprese e autoimprenditorialità

    Approfondisci Chiudi

    Regione Liguria ha investito nella nascita delle Piccole Medie Imprese e delle Start Up ad alto potenziale. Con l’iniziativa Start & Growth, promossa dal Fondo Sociale Europeo, sono stati destinati 3 milioni di euro per il sostegno della nascita di nuove imprese attraverso un’offerta integrata di servizi (dal supporto alla nascita dell’idea all’accompagnamento nella messa in opera) in aggiunta ad un ulteriore stanziamento di risorse regionali rivolto alla promozione di nuovi mercati per l’innovazione d’impresa.

  • Rilancio aree industriali colpite da crisi: supporto area di crisi industriale complessa e area di crisi industriale non complessa

    Approfondisci Chiudi

    In questi anni Regione Liguria ha costituito un fondo a sostegno degli investimenti nell’area di crisi complessa savonese, e approvato il relativo bando attuativo, per poter dare un rilancio industriale e di riqualificazione al sistema produttivo nella ZFU di Ventimiglia. Per l’anno 2019 sono state destinati 4 milioni di risorse a sostegno delle micro, piccole e medie imprese presenti sul territorio come agevolazione di contributo a fondo perduto.

  • Sostegno ad artigiani, commercianti, imprese e botteghe dell’entroterra

    Approfondisci Chiudi

    E’ stato stanziato per l’anno 2019 un impegno di spesa di 100mila euro da parte di Regione Liguria come misura di credito agevolato e garantito per la concessione di contributi alle imprese artigiane, con particolare attenzione alle aziende site nell’entroterra ligure.

  • “Accordo per il credito 2019” sospensione debiti delle PMI verso il sistema creditizio

    Approfondisci Chiudi

    Regione Liguria ha aderito all’Accordo per il Credito 2019 per la sospensione dei debiti delle Piccole Medie Imprese nei confronti del sistema creditizio.

  • Bonus assunzionali per assumere giovani o adulti disoccupati residenti o domiciliati in Liguria

    Approfondisci Chiudi

    Negli ultimi anni sono stati erogati, grazie al Fondo Sociale Europeo, Bonus Assunzionali alle imprese private e alle aziende del settore turistico per l’assunzione di lavoratori che si trovavano nello stato di non occupazione. I bandi hanno avuto un ottimo riscontro (fino a esaurimento delle risorse disponibili di oltre 5 milioni) e hanno dato vita a nuovi posti di lavoro per giovani e meno giovani (+1000 nuovi contratti di lavoro nel settore del turismo solo nell’anno 2019).

     

ECONOMIA DEL MARE

Abbiamo dato valore al nostro mare

  • Nuovo piano di Sviluppo dei porti

    Approfondisci Chiudi

    L’Autorità del Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale ha approvato a fine 2019 il documento di pianificazione Energetico Ambientale del sistema portuale, attraverso il quale viene fornita una aggiornata caratterizzazione dell’impronta ecologica portuali, con particolare riferimento a elettrificazione, uso di carburanti alternativi, nuovi impianti di illuminazione. Inoltre l’AdSP è prossima all’adozione del documento strategico di sistema portuale propedeutico per la redazione dei nuovi Piani Regolatori Portuali dei singoli porti del sistema che sarà il primo in Italia ad essere approvato.

  • Sostegno alla cantieristica navale

    Approfondisci Chiudi

    La Liguria ha la concentrazione di imprese della cantieristica navale più alta in Italia. Un’eccellenza di tecnica e know-how tra gli interventi messi in atto e una forte valorizzazione del comparto delle costruzioni e delle riparazioni navali. Tra i più grandi interventi il Waterfront di Genova, a cura dell’AdSP, e l’avvio dell’intervento di ribaltamento a mare Fincantieri. Regione Liguria ha inoltre coordinato il gruppo di lavoro politico e tecnico per l’avvio del potenziamento del cantiere di Sestri Ponente per renderlo capace di realizzare navi di nuova generazione (obiettivo 2024).

     

     

  • Potenziamento servizio di trasporto via mare per le aziende italiana e straniere

    Approfondisci Chiudi

    Inaugurato il 12 dicembre 20019, il nuovo Terminal container Gateway di Vado Ligure conta su una serie di dotazioni tecnologicamente all’avanguardia: è il primo piazzale automatizzato d’Italia che consente di mantenere i più elevati standard di sicurezza nel settore portuale, il gate automatizzato di accesso ai camion riduce al minimo i tempi di turn-around dei trasportatori, l’opera a mare prevede opere di connessioni stradale, autostradale e ferroviaria in avanzata progettazione.

  • Programmazione dello sviluppo portuale: Sistema integrato dei porti liguri

    Approfondisci Chiudi

    Il Sistema integrato dei porti liguri garantisce competitività, tecnologia, processi logistici funzionali e diversificazione. Le opere a mare in completamento (Bettolo, Ronco-Canepa, potenziamento dei terminali della Spezia) e quelle completate completano l’offerta per i grandi player del traffico marittimo. La programmazione straordinaria consentirà, nel 2022, al Porto di Genova e alla città di avere un nuovo sistema viario capace di separare i flussi commerciali da quelli urbani.

INNOVAZIONE

La Liguria corre verso il futuro

  • Quadriplicate le Start-Up Innovative a Genova! (+358%)

    Approfondisci Chiudi

    Genova e la Liguria guidano il Nord Ovest (+299%) e l’Italia (+262%) per l’alta tecnologia, la crescita e l’innovazione, grazie alle nuove Start up ad altissima specializzazione presenti sul nostro territorio e sempre in forte crescita.

  • Potenziamento del sistema della ricerca e dell'innovazione

    Approfondisci Chiudi

    E’ stato compiuto un accorpamento efficiente di 5 poli di ricerca operanti nelle tre aree tematiche individuate dalla Strategia Regionale di Specializzazione Intelligente:

    – Tecnologia del mare

    – Salute e Scienze della vita

    – Sicurezza e Qualità del territorio

  • Innovazione digitale della Pubblica Amministrazione

    Approfondisci Chiudi

    In questi anni è stata avviata la digitalizzazione dei processi amministrativi che contribuisce a snellire l’attività amministrativa ed è stato attivato l’accesso digitale ai servizi della PA per tutti i cittadini (SPID-Pago PA).

  • Innovazione digitale scolastica

    Approfondisci Chiudi

    Grazie al Fondo Sociale Europeo (FSE), Regione Liguria ha attivato diversi progetti di innovazione digitale:

    Progetto formazione digitale: che mira a potenziare il processo di acquisizione delle abilità e delle competenze necessarie dei docenti e dei formatori liguri per la didattica con le tecnologie digitali. Stanziati oltre 650mila euro per gli anni 2018/2019.

    – Scuola Digitale Liguria: progetto strategico di Regione Liguria per supportare docenti e formatori con strumenti e opportunità utili a far emergere le esperienze innovative realizzate con le tecnologie digitali. Stanziato oltre 1 milione per gli anni 2019/2020

PONTE MORANDI

Stiamo dando a Genova un nuovo ponte

  • Sistemazione di tutti gli sfollati in due mesi dal crollo del ponte Morandi

    Approfondisci Chiudi

    Sono 281 i nuclei familiari rimasti sfollati a causa del crollo di Ponte Morandi (per un totale di 600 persone). Le prime case sono state consegnate in meno di una settimana e l’emergenza abitativa si è conclusa entro 2 mesi grazie al contributo di auto sistemazione o ad alloggi pubblici o privati (appartamenti messi a disposizione anche da Cassa depositi e prestiti).

  • Risarcimenti in tempo record a imprese, commercianti e autotrasportatori

    Approfondisci Chiudi

    Le imprese che hanno registrato danni diretti e indiretti a causa del crollo del Ponte Morandi sono state 1432.

    +98*%

    Imprese indennizzate a fronte di uno stanziamento di 10milioni

    100%

    Commercianti indennizzati con rimborsi da 15mila euro “una tantum”

    100%

    Autotrasportatori risarciti di spese di viaggio per l’anno 2018-2019

    *numeri non definitivi e in continuo aumento

  • Via della Superba: una strada alternativa per la viabilità in 40 giorni

    Approfondisci Chiudi

    Il 19 settembre 2018, a poco più di un mese dal crollo di Ponte Morandi è stata inaugurata “Via della Superba”. Una nuova strada per garantire l’accesso ai tir in porto e alleggerire il traffico cittadino. Altri interventi a favore della viabilità urbana sono stati portati a termine in tempi record grazie alla sinergica collaborazione del Comune di Genova.

  • Aiuti e sostegno agli studenti delle zone colpite

    Approfondisci Chiudi

    Dopo il crollo del Ponte Morandi per garantire la continuità didattica e il diritto allo studio di tutti è stato attivato tempestivamente un gruppo di lavoro di Emergenza scolastica grazie a quale sono state adottate misure specifiche per i 126 alunni sfollati e altre per i 563 alunni, non sfollati, ma interessati dalla difficoltà nel raggiungimento del proprio sito didattico.

  • Parco del Ponte in Valpocevera: opera di riqualifica urbana per la città

    Approfondisci Chiudi

    E’ in corso d’opera il progetto Parco del Ponte in Valpolcevera, una nuova politica attiva per la riqualificazione urbana. Il progetto si sviluppa attraverso un processo partecipativo aperto con ampio coinvolgimento attivo delle amministrazioni, degli abitanti e dei stakeholder locali che servirà a valorizzare il patrimonio esistente attraverso sostenibilità, mobilità, sicurezza e gestione ambientale della Valpolcevera.

CULTURA

Abbiamo fatto rifiorire la cultura

  • Carlo Felice, un’eccellenza ritrovata

    Approfondisci Chiudi

    Regione Liguria ha stanziato 1 milione di euro straordinario per il piano di risanamento del Teatro Carlo Felice. È stato inoltre passato al patrimonio dell’ente il Teatro della Gioventù, del valore di 4 milioni, in un’operazione che ha permesso di rafforzare l’assetto patrimoniale della Fondazione. È stata portata avanti un’opera di promozione e regionalizzazione dell’orchestra del Carlo Felice. Sono stati organizzati eventi di piazza, con musica e fuochi d’artificio, per festeggiare le “prime” della stagione lirica, per sottolineare la ritrovata centralità nella vita culturale, il Teatro si è aperto alla cittadinanza con concerti gratuiti. Tutto ciò ha portato il Carlo Felice a chiudere il 2019 con il + 5,5% di pubblico.

  • Lo Stabile diventa Teatro Nazionale

    Approfondisci Chiudi

    Nel 2018 il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha attribuito al Teatro di Genova il prestigioso riconoscimento di Teatro Nazionale. La nuova realtà è stata frutto di un percorso di valorizzazione delle eccellenze culturali della città sostenuto da Regione Liguria e da tutti gli enti coinvolti. Tra i punti di forza anche la scuola di recitazione sostenuta da Regione Liguria con i fondi della formazione professionale. Positivo il riscontro del pubblico, in aumento del +3%, così come il potenziamento delle produzioni (passate da 14 a 20) e l’aumento delle repliche (da 460 a 555).

  • Recupero del patrimonio culturale

    Approfondisci Chiudi

    Da giugno 2015 Regione Liguria ha restituito oltre 120 opere alla pubblica fruizione dal laboratorio regionale di restauro ed ha impiegato, grazie a diversi fondi, oltre 26 milioni di euro nella realizzazione di interventi di recupero del patrimonio culturale ligure:

    – Recuperato il teatrino di Palazzo Ducale (250.000 euro);

    – Garantito un sostegno agli investimenti del Teatro Carlo Felice e del Teatro Nazionale di Genova (1.836.000 di euro);

    – “Casa dei Cantautori”: ad oggi elaborati progetti preliminari dell’allestimento museale della manutenzione dell’Abbazia di San Giuliano e dell’adeguamento degli impianti (1.500.000 di euro);

    – Valorizzazione e al consolidamento dei versanti della via dell’amore delle Cinque Terre (7.000.000 di euro);

    – Interventi di sistemazione della viabilità pedonale e ciclistica della Via Francigena a Sarzana (340.000 euro);

    – Interventi su beni culturali (825.000 euro);

    – Valorizzazione territoriale (400.000 euro);

    – Tutela del patrimonio culturale delle società di mutuo soccorso (240.000,00 euro);

    – Interventi di recupero e restauro dei teatri storici, dei complessi monumentali (3.900.000 di euro) e dei distretti produttivi culturali (740.000 euro);

    – Recuperati gli spazi della “Galleria Uomini” dell’Albergo dei Poveri per ospitare parte del Fondo Garibaldi (320.000 euro);

    – Interventi di ristrutturazione e riorganizzazione dei musei (850.000,00 di euro);

    – Riqualificazione Castello della Pietra di Vobbia (250.000 euro).

EDILIZIA

Abbiamo promosso un’edilizia più vivibile

  • Piano casa: un aiuto all’edilizia per un territorio più sicuro

    Approfondisci Chiudi

    Nel 2015 è stato introdotto il Piano Casa che mira a migliorare la qualità e la sicurezza delle abitazioni e del territorio, agevola gli interventi di adeguamento e rinnovo e del patrimonio edilizio esistente. I numeri dei primi tre anni confermano gli effetti ampiamente positivi del varo del Piano casa: oltre 1500 gli interventi complessivi in tutta la Liguria dal 2016 al 2018, che hanno generato un valore economico stimato che supera i 230 milioni di euro.

  • Piano edilizia per scuole in sicurezza dal rischio terremoto

    Approfondisci Chiudi

    Nell’ambito del Piano regionale Triennale 2015/2017, sono stati finanziati interventi straordinari di ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento sismico, efficientamento energetico nonché la costruzione di nuovi edifici scolastici pubblici e la realizzazione di palestre scolastiche nelle scuole o interventi volti al miglioramento delle palestre scolastiche esistenti. Dal 2015 a settembre 2019 Regione Liguria ha realizzato 283 interventi nelle scuole liguri, prevalentemente di messa in sicurezza e adeguamento sismico, investendo nel complesso oltre 100 milioni di euro. Gli edifici scolastici in Liguria sono 920, il 30% di questi sono stati oggetto di un intervento.

     

  • Progetti di riqualificazione urbana

    Approfondisci Chiudi

    Sotto elencati i progetti di riqualificazione urbana presenti sul territorio ligure, seguiti in questi anni dall’Assessorato di riferimento di Regione Liguria in accordo con i Comuni direttamente interessati:

    – Recupero dell’edificio Hennebique del Porto Antico di Genova: ad oggi il comitato di gestione ha approvato l’atto di anticipata occupazione dell’ex silos granario in modo tale da consentire di effettuare tutti i sopralluoghi e i rilievi tecnici necessari a redigere il progetto definitivo per il recupero dell’immobile.

    – Progetto relativo al Waterfront di Levante;
    – Progetto per il parco urbano della Val Polcevera connesso alla ricostruzione del Ponte Morandi;
    – Masterplan per la valorizzazione dell’Isola Palmaria (con il recupero ed il restauro delle fortificazioni abbandonate);
    – Waterfront cittadino nell’ambito portuale (La Spezia);
    – Avvio dei lavori per il recupero della storica Villa Zanelli;
    – Realizzazione piste ciclopedonali nell’imperiese;
    – Intese per revisione del Piano Regolatore portuale del bacino di Oneglia;
    – Accordi di pianificazione per i progetti urbanistici relativi alla riqualificazione del Waterfront cittadino, dell’ambito di Villa Hambury con la realizzazione del Nuovo Polo Universitario e la riqualificazione dell’ex Cava Grimaldi.

  • Demolizione “Diga” di Begato

    Approfondisci Chiudi

    Avvio ai lavori di demolizione delle Dighe di Begato, la conclusione delle operazioni è prevista per dicembre 2021. Il progetto prevede che vengano demoliti 486 alloggi presenti nelle due dighe (Bianca e Rossa) + 37 alloggi superstiti che saranno oggetto di riqualificazione strutturale ed energica. Dal 1 luglio 2019, 374 nuclei familiari hanno ricevuto appartamenti rinnovati in diverse zone della città, parallelamente alla ricollocazione delle persone il progetto prevede la riqualifica del quartiere con un primo lotto di 50 nuovi alloggi ad elevata efficienza energetica. E’ inoltre allo studio la realizzazione di 150 alloggi mediante partenariato pubblico-privato.

    Le Amministrazioni, Regione e Comune, avevano approvato nell’estate del 2018 le linee di indirizzo per l’attuazione del programma di rigenerazione del quartiere Diamante con l’obiettivo di demolire due edifici denominati “Diga Rossa” e “Diga Bianca”, rappresentativi di un’edilizia superata e compromessa dal degrado fisico e sociale per poter restituire alla città un quartiere rinnovato, vivibile e con servizi con l’obiettivo di migliorare così le condizioni di vita dei cittadini liguri.

    Il costo complessivo per la ristrutturazione degli immobili è di circa 11,5 milioni di euro, per la rigenerazione del quartiere Regione Liguria destinerà 7,5 milioni di euro.

     

  • Città più moderne con meno consumo di suolo

    Approfondisci Chiudi

    Dal 2015 la politica urbanistica regionale è stata improntata verso il riuso del patrimonio edilizio esistente e la riduzione del consumo di suolo. La legge regionale sulla rigenerazione urbana ed il contrasto all’abbandono del territorio agricolo viaggiano in questa direzione, puntando a riqualificare le città e a valorizzare l’identità agricola del territorio ligure, recuperando i borghi storici e contrastando l’abbandono del territorio. Per sostenere l’azione delle legge, è stato varato un bando che finanzia, con una prima dotazione di 420 mila euro le attività di progettazione dei Comuni.

AMBIENTE

Abbiamo applicato politiche regionali per la tutela dell’ambiente

  • Energia pulita e rinnovabile negli Enti pubblici e nelle imprese

    Approfondisci Chiudi

    In questi anni Regione Liguria ha integrato i finanziamenti per gli incentivi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese e delle aree produttive, compresa l’installazione di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile per l’autoconsumo, dando priorità alle tecnologie ad alta efficienza. Per l’anno 2019 si è provveduto all’incremento della dotazione finanziaria di + 3,6 milioni di euro.

  • Piano rifiuti: + quote di raccolta differenziata per tutta la Liguria!

    Approfondisci Chiudi

    La Liguria, in questi ultimi anni, ha avuto risultati più che positivi in materia di rifiuti, diminuendo il numero totale dei rifiuti prodotti sul nostro territorio del -8,8% (dall’anno di riferimento 2014 al 2018) e facendo aumentare la raccolta differenziata del +12% (non considerando l’anno 2020 in corso) e in ogni sua singola provincia. Tutto ciò grazie all’adozione del Piano per la gestione dei rifiuti che ha individuato quali obiettivi prioritari: la riduzione dei rifiuti, la raccolta differenziata ed il recupero dei rifiuti prodotti al fine di minimizzare lo smaltimento.

    QUOTE RACCOLTA DIFFERENZIATA

    IMPERIA 

           +11,22%

    SAVONA

           +17,93%

    GENOVA

            +2,90%

    LA SPEZIA    

           +31,95%

    REGIONE LIGURIA

            +12%

  • Abolizione bollo auto ibride ed elettriche

    Approfondisci Chiudi

    A partire dalla fine di agosto 2016 è entrata in vigore l’esenzione per 5 anni del pagamento del bollo di circolazione per tutti i possessori di auto ibride e ulteriori provvedimento in materia di valutazione di impatto ambientale e sviluppo sostenibile.

WELFARE – SOCIALE

Abbiamo lavorato per combattere ogni disuguaglianza sociale

  • Particolare assistenza a disabili

    Approfondisci Chiudi

    Solo nell’anno 2019 sono stati impiegati dall’amministrazione 27,5 milioni di euro per garantire il sostegno a domicilio, nelle misure per il mantenimento a casa delle persone disabili e 95 milioni di euro nell’offerta socio sanitaria extra ospedaliera per la realizzazione di strutture residenziali, semiresidenziali e centri ambulatori riabilitativi per disabili adulti.

  • Integrazione immigrati

    Approfondisci Chiudi

    Regione Liguria in questi anni ha partecipato attivamente, tramite il Fondo europeo Asilo, Migrazione, Integrazione (FAMI) ad una serie di progettazioni con l’obiettivo di contribuire alla gestione efficace dei flussi migratori e allo sviluppo di protezione della politica dell’immigrazione, offrendo un ottimo sistema di integrazione per i cittadini stranieri non comunitari regolarmente presenti in Liguria:

    – Piano regionale di integrazione
    Corsi in lingua italiana
    Servizi di assistenza sanitaria, servizi sociali, socio-sanitari ed educativi.

    Ammontano a migliaia i cittadini stranieri destinatari di queste misure.

  • Inclusione sociale

    Approfondisci Chiudi

    Sono state impiegate un totale di 29,5 milioni di euro, risorse finanziate dai Fondi europei POR FSE, per favorire l’inserimento socio lavorativo di soggetti a rischio di emarginazione sociale ed offrire operazioni di sostegno a persone in condizione di temporanea difficoltà economica, attraverso percorsi integrati per l’inserimento occupazionale e per la promozione dell’inclusione sociale.

  • Misure contro la violenza di genere

    Approfondisci Chiudi

    Dal 2015 ad oggi Regione Liguria ha investito oltre 3 milioni per supportare i centri antiviolenza e le case rifugio presenti sul territorio e aprirne di nuovi. Sono stati avviati interventi su 19 strutture per più di 5mila donne accolte.

  • Nuova Legge elettorale

    Approfondisci Chiudi

    Il simbolo della Liguria che cambia! Grazie alle modifiche proposte dalla Giunta e votate dall’assemblea legislativa è avvenuto finalmente il cambiamento della legge elettorale con l’introduzione della doppia preferenza di genere e l’abolizione del listino.

  • #GIOVANILIGURIA

    Approfondisci Chiudi

    Sono stati stanziati da Regione Liguria oltre 300 mila euro per l’avvio del progetto #GIOVANILIGURIA articolato in 5 punti:

    – Team e Sportello di ascolto per docenti e scuole

    – #NONSOLOLASCUOLA (Progetto realizzato in partnership con la Fondazione Cultura Palazzo Ducale) intervento innovativo di didattica integrativa per lo sviluppo di competenze chiave di cittadinanza.

    – Auto imprenditoria giovanile sul tema della mobilità sostenibile

    Insieme per la sicurezza stradale, progetto attivato da Regione Liguria con l’obiettivo di mitigare il più possibile il rischio di incidenti stradali per i giovani utenti della strada.

AGRICOLTURA

Abbiamo sostenuto il nostro Settore Primario

  • Sviluppo rurale

    Approfondisci Chiudi

    La Liguria in questi anni ha superato l’obiettivo di spesa del Programma di Sviluppo Rurale, raggiungendo quota 125 milioni di euro. Sono 854 le imprese agricole sostenute da Regione Liguria a cui si aggiungono 431 giovani agricoltori supportati per l’avvio della loro attività sul territorio. Nel 2019 sono state avviate e messe a bando risorse per oltre 15 milioni di risorse per attività di: promozione prodotti agricoli di qualità certificata, innovazione nel settore agricolo, prevenzione incendi forestali, investimenti tecnologie forestali, recinzione difesa terreni agricoli dalla fauna selvatica.

  • Prevenzione zone agricole e boschi

    Approfondisci Chiudi

    Regione Liguria si è occupata della prevenzione del rischio di frane e alluvioni per cui sono stati stanziati più di 4 milioni di euro per 6 progetti di prevenzione del dissesto idrogeologico nelle zone agricole. Contro il rischio di incendi forestali Regione Liguria ha stanziato 7 milioni di euro per 32 progetti di prevenzione a favore di enti pubblici (comuni, parchi) e privati proprietari di boschi e più di 17 milioni di euro per la gestione dei boschi liguri.

  • Muretti a secco patrimonio UNESCO

    Approfondisci Chiudi

    Dal 2015 sono stati finanziati, grazie ai fondi del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020, oltre 100 mila m² di muretti a secco con l’obiettivo non solo di favorire la produzione agricola ma anche di valorizzare e salvaguardare il patrimonio naturale e prevenire il dissesto idrogeologico. La tecnica costruttiva dei muretti a secco rappresenta un’opportunità per la creazione di nuovi posti di lavoro per la nostra regione.

  • Sviluppo sostenibile

    Approfondisci Chiudi

    Regione Liguria in questi anni ha partecipato a progetti che hanno messo in atto misure per valorizzare e mantenere la biodiversità e gli ecosistemi e diffuso buone pratiche di pesca sostenibile e acquacoltura. A tal fine nel 2019 si sono concretizzate una serie di proposte progettuali a bando, che prevedono su tutto il territorio l’applicazione di provvedimenti di sostegno e partecipativo al fine di creare tra le nuove generazioni una classe imprenditoriale in grado di avviare un modello economico impostato su prodotti di nicchia e green e blue jobs che esaltino i pregi naturalistici locali. Nel 2019 sono stati avviati 10 progetti, inerenti al Programma di cooperazione trasnazionale, per un ammontare complessivo di oltre 2,5 milioni di risorse disponibili e altri 28 progetti attuativi per un ammontare complessivo di 4,2 milioni di euro.

     

  • Valorizzazione dei prodotti liguri

    Approfondisci Chiudi

    Lo sviluppo dell’economia rurale è stato sostenuto anche nella commercializzazione di prodotti agricoli del territorio, con +13 milioni di euro destinati a 47 imprese attive, ed è stata agevolata la promozione di prodotti liguri di qualità (DOP, bio) sui mercati europei con oltre 1 milione di euro a favore di 21 progetti di promozione. Regione Liguria ha anche istituito il registro De.Co, la Denominazione comunale d’origine per tutelare le tradizioni agroalimentari della Liguria per sostenere un settore ricco di storia e di grande attrattiva culturale e turistica.

RIDUZIONE PRESSIONE FISCALE

Regione Liguria ha adottato misure per ridurre le tasse ai cittadini liguri

  • Patto per la residenzialità

    Approfondisci Chiudi

    In una situazione di rilevante calo demografico Regione Liguria è intervenuta a sostegno della collettività ligure mettendo in campo una misura di carattere fiscale e di supporto sociale quale il “Patto per la residenzialità” che consente uno sgravio della pressione fiscale. Nel 2018 è stata varata l’esenzione dell’addizionale regionale Irpef per coloro, di età inferiore a 45 anni, che porteranno la loro residenza in Liguria.

  • Esenzione tassa automobilistica regionale per i ciclomotori e i quadricicli leggeri dall’anno 2020

    Approfondisci Chiudi

    Nella Legge di stabilità della Regione Liguria, per l’anno finanziario 2020, sono state introdotte numerose misure di esenzione dalla tassa automobilistica:

    – Esenzione dal pagamento della tassa per il 2020 e i due anni successivi per chi immatricola, dal 1° gennaio 2020 e fino al 31 dicembre 2020, un motociclo nuovo di categoria “Euro 4” e successivi, con sostituzione di un motociclo appartenente alle categorie “Euro 0” o “Euro 1” realizzata attraverso la demolizione;

    – Esenzione dal pagamento della tassa per il 2020 per i ciclomotori e i quadricicli leggeri;

    – Estensione dell’esenzione dal pagamento della tassa, a decorrere dal 2020, ai motoveicoli ed agli autoveicoli dei soggetti portatori di handicap.

  • Detrazione dell’addizionale regionale IRPEF per l’anno 2020 per carichi di famiglia

    Approfondisci Chiudi

    Nella Legge di stabilità della Regione Liguria, per l’anno finanziario 2020, è stata inserita detrazione che diminuisce l’addizionale regionale Irpef per circa 25 mila famiglie, con reddito complessivo fino a 30 mila euro e con almeno 2 figli a carico.

  • Esenzione IRAP alle imprese degli under 35

    Approfondisci Chiudi

    Regione Liguria ha inteso varare una manovra di stimolo all’imprenditoria giovanile con l’esenzione integrale dall’IRAP, per cinque anni, alle nuove attività imprenditoriali insediate sul territorio ligure nel 2020 da parte di giovani imprenditori, nei settori a basso impatto ambientale, della green economy, del turismo e della ricerca scientifica.

  • Esenzione del bollo per tutti i possessori di auto ibride

    Approfondisci Chiudi

    A partire dalla fine di agosto 2016 è entrata in vigore l’esenzione per 5 anni del pagamento del bollo di circolazione per tutti i possessori di auto ibride.