Cosa farò

Programma elettorale per le Elezioni Regionali 2020 del 20/21 settembre.

FAI ROTTA CON NOI VERSO IL FUTURO!

Il voto per il Presidente Giovanni Toti e per i partiti che lo sostengono (Lega, FdI, FI, Cambiamo con Toti presidente, Udc Liguria) è il voto per mantenere la barra della Regione sulla rotta del futuro, del lavoro, della crescita, dell’attenzione alla persona e ai suoi problemi. È il voto a favore di chi sceglie il fare, di chi mantiene le promesse e raggiunge gli obiettivi. Benché non siano stati anni semplici, la nostra Liguria è tornata non solo a sognare un futuro diverso, ma, dopo anni di malgoverno e immobilismo della sinistra, ha visto realizzarsi concretamente progetti e prospettive. Siamo stati più forti delle tante emergenze che abbiamo incontrato in questi anni. E lo saremo ancora di più se i Liguri dimostreranno con il voto di aver apprezzato il nostro impegno rispetto a chi vuole far prevalere sempre e in ogni caso il lamento, il mugugno e l’immobilismo. La Liguria cinque anni fa ha scelto il cambiamento e ha iniziato un percorso di profonda trasformazione: le nostre Città stanno cambiando volto, le bellezze del nostro territorio, abbandonate per troppo tempo al degrado, sono state riqualificate, le nostre eccellenze sono state promosse per essere conosciute in tutto il mondo, abbiamo dato risposte concrete ai reali bisogni delle nostre imprese, delle famiglie e delle fasce più deboli. Insomma, abbiamo ridato dignità alla Liguria e rialzato la testa verso l’intero Paese.La nostra Terra è uscita dal grigiore e dal pessimismo che la avvolgevano e oggi non vuole più fermarsi: la rotta verso il futuro è tracciata, vogliamo continuare a seguirla, vogliamo continuare a credere nel sogno impegnarci nell’obbiettivo di una Liguria che mantenga con ancor più forza il posto che la dignità conquistata in questi anni si merita in Italia e non solo. Vogliamo continuare a scegliere la concretezza dei fatti rispetto all’inadeguatezza delle promesse vuote e irrealizzabili. Vogliamo continuare a darci degli obiettivi per dimostrare ai Liguri che siamo in grado di raggiungerli davvero.Vogliamo continuare a costruire insieme un presente di lavoro, di crescita e di benessere per noi, per le nostre Famiglie, per il futuro dei nostri Figli.

AVANTI INSIEME: FACCIAMO ROTTA SUL FUTURO!

LIGURIA SULLA ROTTA GIUSTA
PER LA LOTTA AL COVID, PER GARANTIRE SALUTE E ASSISTENZA A TUTTI I CITTADINI, PER METTERE LA PERSONA AL CENTRO E LA FAMIGLIA AL PRIMO POSTO

  • LOTTA AL COVID

    Approfondisci Chiudi

    In questi mesi Regione Liguria è stata in prima linea nella lotta al virus, trasformando completamente la sanità e l’organizzazione degli ospedali, all’interno dei quali in tempi record sono nati reparti ad hoc per i pazienti Covid. La nostra regione è stata quella che, a livello nazionale, ha predisposto più posti letto in terapia intensiva e sub intensiva in rapporto alla popolazione, riuscendo così a garantire a tutti i liguri le cure di cui avevano bisogno. La Regione ha guidato la ripresa delle attività dopo il lockdown e ha già messo in campo un piano anti-Covid in vista di potenziali nuove ondate.

    • Potenziamento strategia delle 3 T (testare, tracciare, trattare) anche con nuovi sistemi informatici per individuare tempestivamente nuovi focolai e isolare prontamente i casi, evitando il propagarsi del contagio
    • Potenziamento terapie intensive, con 355 posti tra intensiva e semi-intensiva. La Liguria è già la regione con il maggior numero di posti letto rispetto agli abitanti
    • Potenziamento dei gruppi territoriali Gsat (30 in tutta la Liguria, attivi 7 giorni su 7, dalle 8 alle 20)
    • Realizzazione nuovo padiglione di malattie infettive al Policlinico San Martino di Genova, hub regionale nella lotta all’emergenza coronavirus
    • Servizio scolastico (potenziamento scuola-bus) garantito per i figli di lavoratori con ruoli indispensabili nella gestione o durante un’eventuale nuova emergenza
    • 249 nuove assunzioni di infermieri tra cui 75 infermieri di Comunità
    • 77 nuove assunzioni di personale medico per il monitoraggio nelle scuole per garantire la sicurezza degli studenti e del personale scolastico
    • Presidio intorno all’eccellenza dell’ospedale Gaslini, per fornire supporto di carattere pediatrico e infantile
    • Potenziamento della sorveglianza attiva e del monitoraggio nelle Rsa.
    • Sportello di ascolto e di supporto psicologico per le scuole a disposizione di tutte le famiglie, studenti e docenti per la ripartenza dell’anno scolastico
  • SALUTE E ASSISTENZA A TUTTI I CITTADINI

    Approfondisci Chiudi

    Vogliamo in Liguria una sanità più vicina alle persone, su tutto il territo-rio, dal centro alle periferie, perché i pazienti possano avere un presidio in prossimità delle loro abitazioni. Serve un rafforzamento della sanità grazie a nuove strutture, tecnologie e investimenti su personale e servizi, ospedalieri e territoriali, fondamentali per garantire a tutti il prezioso diritto alla salute.

    • Adozione sistema sanitario Hub and Spoke: ossia una rete composta da un ospedale per Provincia, dotato di servizio di elisoccorso, e presenza di
    • Case della Salute distribuite sul territorio, per garantire parità di servi-zi in termini di qualità e vicinanza di cure a tutti i cittadini liguri, anche nelle vallate (spoke), puntando sulla riqualificazione dei piccoli ospedali.
    • Realizzazione e completamento di nuovi e moderni ospedali:
    • Erzelli – Ospedale nuovo ponente
    • Nuovo Galliera
    • Riavviare il progetto del Felettino
    • Ospedale unico di Taggia
    • Realizzazione nuovo Pronto soccorso del Policlinico San Martino di Genova
    • Potenziamento rete ospedaliera del Ponente genovese (Villa Scassi, Erzelli)
    • Partnership pubblico-privato per dare le migliori risposte di cura ai cittadini, nell’osservanza dei ruoli e perimetri, nel principio di sussidiarietà
    • potenziamento e valorizzazione delle risorse umane
    • Riapertura dei Centri Trapianti
    • Sviluppo del nuovo piano strutturale-funzionale del 2020 per l’implementazione di posti letto intensivi e sub intensivi
    • Potenziamento dell’assistenza territoriale per la continuità di cure ospedaliere sul territorio e sistema di centri territoriali per la salute – ex Case della Salute con attività ambulatoriali – compresa la diagnostica “pesante”
    • Potenziamento del servizio di elisoccorso
    • Digitalizzazione dei referti e utilizzo del fascicolo sanitario elettronico per ogni cittadino ligure, condivisibile da tutte le strutture accreditate
    • Potenziamento delle borse di studio per la formazione di specializzandi e di Medici di Medicina Generale (MMG)
    • Utilizzo dei fondi europei per il potenziamento del Sistema Sanitario Regionale e la riduzione delle liste d’attesa
    • Realizzazione di programmi di attrazione sanitaria da altre Regioni e dalla Francia
    • Riorganizzazione delle centrali regionali acquisti
    • Monitoraggio anagrafi epidemiologiche in tutta la Liguria
    • Riorganizzazione del sistema trasporto sanitario da adattare alla medicina del territorio• Potenziamento delle sedi di ambulanze
    • Garantire uniformità delle procedure operative sul territorio
    • Ottimizzare il percorso di formazione offerto ai soccorritori destinati all’impiego del Sistema 118
    • Stipulazione accordi interregionali per garantire la mobilità attiva di professionisti che possano esercitare al di fuori della propria regione
    • Attivazione di servizi di telemedicina per le aree interne, potenziamento rete farmacie territoriali, garanzia di presenza di medici di base sul territorio, rete ospedaliera e territoriale, dai centri ai percorsi di eccellenza
    • Presa a carico del cittadino lungo tutto il percorso di cura e assistenza: la figura dell’infermiere di famiglia per la mediazione del bisogno tra sociale, sanitario e socio-sanitario. Attivazione delle Rsa aperte per garantire un miglior controllo trasversale anche delle fragilità.
    • Osservatorio sullo Stato di salute dei liguri e sulle determinanti del rischio. L’ultima esperienza emergenziale del Covid 19 conferma la necessità di intercettare eventuali situazioni critiche di allarme.
  • LA PERSONA AL CENTRO

    Approfondisci Chiudi

    In Regione Liguria nessuno deve rimanere indietro. Attraverso una forte rete territoriale vogliamo che tutte le persone più fragili possano avere le cure e le attenzioni che meritano.Potenziamento nelle forme di tutela e di assistenza alle persone disabili realizzando uno Sportello Unico di ascolto e raccolta delle loro esigenze, delle famiglie o di chi li assiste.
    • Progetti personalizzati per la presa a carico di soggetti con fragilità e disabilità.
    • Potenziamento dell’assistenza domiciliare per la popolazione anziana e fasce deboli con Infermieri di comunità e Maggiordomi di quartiere
    • Riconoscimento e valorizzazione degli strumenti di sostegno e supporto alle persone con fragilità quali ad esempio ippoterapia, musicoterapia, moto-terapia, arte-terapia
    • Utilizzo dei fondi europei per sostenere i contesti più colpiti
    • Rinnovo dell’accordo quadro tra Regione Liguria e ASL con le Associazioni convenzionate per la gestione degli interventi di emergenza, CRI, CIPAS, Anpas, e le Organizzazione di Volontariato
    • Omogeneizzare i servizi assistenziali delle RSA e introdurre la “voucherizzazione” dei servizi
    • Realizzazione di un programma per l’abbattimento delle barriere architettoniche attraverso confronto Regione- Comuni
  • LA FAMIGLIA AL PRIMO POSTO

    Approfondisci Chiudi

    Regione Liguria si impegna a supportare le famiglie con tutti gli strumenti a disposizione con l’introduzione di una specifica delega alle famiglie e ai bambini che verrà assegnata a un assessore, che si occuperà di confrontarsi con gli altri membri della giunta sul ruolo centrale della famiglia nella nostra agenda politica.
    • Legge quadro su natalità e famiglia
    • Agevolazioni volte alle assunzioni delle baby-sitter
    • Rafforzamento delle forme di sostegno “Family Support”, sostegno alla natalità e alle giovani coppie che vogliono diventare genitori e formare una nuova famiglia
    • Potenziamento dell’offerta degli asili nido su tutto il territorio
    • Nidi Gratis per sostenere le famiglie facilitando l’accesso ai servizi per la prima infanzia e rispondendo al bisogno di conciliare vita e lavoro mediante abbattimento dei costi sostenuti per il pagamento della retta di frequenza di nidi e micronidi pubblici e privati convenzionati.
    • Ampliamento della platea e rimodulazione del sistema voucher a favore delle famiglie
    • Introduzione dei voucher di spesa per l’acquisto dei prodotti dedicati ai bebè
    • Semplificazione della normativa per la realizzazione di nidi di condominio o di quartiere
    • Offerta di corsi gratuiti di disostruzione pediatrica e primo soccorso per formare almeno una persona per ogni Istituto o realtà dedicata ai bambini
  • SENTIRSI SICURI

    Approfondisci Chiudi

    Regione Liguria porterà avanti il suo impegno per la sicurezza di tutti i cittadini, andando avanti nel percorso già intrapreso di sistemi di controllo e di collaborazione serrata con Prefetture e forze dell’ordine per garantire a tutti la tranquillità che ogni cittadino merita di avere fuori e dentro la propria casa.
    • Sviluppare il patto di sicurezza integrata siglato da Regione Liguria incentivando l’istallazione di telecamere di sorveglianza, illuminazione e altre tecnologie per la sicurezza cittadina nei centri storici e nelle periferie
    • Riorganizzazione regionale della Polizia locale in collaborazione con Comuni e Prefetture
    • Individuare le migliori tecnologie per la dotazione dei corpi di polizia municipale operanti sul territorio
    • Potenziamento della rete di protezione e dei consultori contro la violenza sulle donne
    • Potenziamento delle strutture territoriali negli ambiti assistenziali socio-sanitari per promuovere stili di vita salutari: alimentazione, attività fisica, contrasto al consumo di alcool, fumo, droghe e altri tipi di dipendenze
    • Mitigare le conflittualità all’interno delle strutture dedicate all’edilizia residenziale pubblica e rafforzare i controlli sul mantenimento dei requisiti per l’utilizzo di un alloggio popolare
    • Diffondere la cultura della salute e della sicurezza nei luoghi di svago e divertimento, con particolare riguardo all’educazione della sicurezza stradale
    • Agevolare il rientro in patria volontario dei cittadini immigrati
    • Responsabilizzazione delle comunità straniere nella prevenzione e nella denuncia di situazioni di degrado, marginalità sociale e criminalità
    • Favorire una coerente organizzazione dei corsi linguistici e di educazione civica per stranieri, utili a garantire la definizione e l’accettazione dei diritti e dei doveri

LIGURIA SULLA ROTTA GIUSTA
PER REALIZZARE LE INFRASTRUTTURE, RENDERE LE CITTÀ PIÚ BELLE E SICURE, DIFENDERE L’AMBIENTE

  • LE INFRASTRUTTURE PER USCIRE DALL’ISOLAMENTO

    Approfondisci Chiudi

    Regione Liguria vuole continuare il suo percorso per uscire dall’isolamento, puntando sulle infrastrutture che la nostra regione aspetta da anni, potenziando i collegamenti su ferro e su gomma. Dopo aver finanziato oltre 450 interventi infrastrutturali per oltre 100 milioni totali per modernizzare e rendere più competitiva la Liguria, riteniamo indispensabile la realizzazione di tutte queste opere e vogliamo farlo da protagonisti chiedendo al Governo di applicare il modello Genova.

    • Completamento Terzo Valico
    • Gronda – tracciato completo
    • Nuova diga del porto di Genova
    • Tunnel Val Fontanabuona• Raddoppio ferrovia di Ponente
    • Potenziamento della Ferrovia Pontremolese
    • Variante Aurelia (La Spezia – Savona – Imperia)
    • Completamento Nodo di Genova (incluso nodo San Benigno)
    • Realizzazione nuovo autoparco a Genova
    • Traforo del Nava (Armo- Cantarana)
    • Asse autostradale Albenga- Carcare – Predosa
    • Sostegno al corridoio europeo merci Marsiglia-Genova
    • Opere connesse alla nuova piattaforma di Vado Ligure e nuovo casello autostradale di Bossarino
  • UNA LIGURIA PIÙ SICURA GRAZIE ALLE OPERE CONTRO IL DISSESTO

    Approfondisci Chiudi

    Continuiamo a proteggere il nostro territorio: con opere infrastrutturali e di difesa del suolo, investendo ancora nella nostra protezione civile e nel potenziamento dei mezzi di soccorso. Dopo aver finanziato oltre 200 interventi contro il dissesto idrogeologico in tutta la Liguria, da Sarzana a Ventimiglia, tra costa ed entroterra, stanziando circa 350 milioni di euro per la messa in sicurezza, la mitigazione del rischio idraulico e idrogeologico, contrasto al dissesto, interventi su frane, manutenzione straordinaria di corsi d’acqua e ripristino di arginature

    • Esecuzione di nuove opere per contrastare il dissesto idrogeologico e l’erosione costiera con l’utilizzo dei fondi europei
    • Definizione di un piano di manutenzione straordinario delle strade tra Regione e Comuni
    • Individuazione puntuale degli ambiti fluviali per la ridefinizione delle aree del demanio idrico al fine di migliorarne la gestione demaniale, mettendo in sicurezza edifici e residenti attraverso azioni di “polizia idraulica” per regolamentare le attività e le opere che è possibile realizzare all’interno delle aree del demanio idrico fluviale e/o nelle fasce di rispetto dei corsi d’acqua
    • Potenziamento delle dotazioni dei mezzi di Protezione Civile
    • Potenziamento della prevenzione anti incendio forestale
  • LIGURIA, PORTO D’EUROPA

    Approfondisci Chiudi

    I porti liguri sono il principale sistema portuale di tutto il Paese. Sono la base di appoggio per l’import-export di Lombardia, Emilia-Romagna e Piemonte e rappresentano gran parte quindi del Pil nazionale. Servono infrastrutture per competere con il Nord Europa, autonomia nella gestione dei fondi e dei ricavi con una regionalizzazione di porti e aeroporti
    • Esecuzione di opere portuali per la riorganizzazione degli accessi e dei deflussi al porto, connessione della nuova viabilità di accesso al porto di Sampierdarena con nodo San Benigno, nuovo varco Etiopia in quota e sopraelevata portuale
    • Realizzazione di buffer retroportuali collegati in modo efficace e sostenibile con i terminal costieri
    • Implementazione dei collegamenti tra Porto – Aeroporto per il traffico passeggero
    • Realizzazione in Liguria del primo hub mediterraneo del GNL per l’alimentazione green navale e il trasporto su gomma
    • Completamento del restyling dell’aeroporto Cristoforo Colombo di Genova con particolare attenzione all’aumento delle tratte aeree verso il nostro capoluogo
  • PER UNA LIGURIA SMART, GREEN E SOSTENIBILE

    Approfondisci Chiudi

    In Liguria lo sviluppo economico deve coincidere con la conservazione di un ambiente sano e con la tutela della salute, per questo andremo avanti con le nostre politiche green che possono offrire opportunità di lavoro e di crescita. Sostenibilità non vuol dire rinunciare a fare le cose, vuol dire farle con intelligenza rispettando l’ambiente e il territorio.
    • Razionalizzazione e valorizzazione del sistema dei Parchi Regionali in riferimento alle attività di marketing e promozione territoriale
    • Chiusura del ciclo integrato dei rifiuti a livello regionale con costituzione di ATO unico regionale
    • Potenziamento della raccolta differenziata, che in questi 5 anni ha già avuto un significativo incremento, individuando una classificazione omogenea dei colori per materiale di riciclo su tutto il territorio ligure.
    • Favorire la realizzazione di nuovi depuratori • Incentivare la mobilità in modalità sharing con particolare riguardo ai mezzi elettrici
    • Incentivare la realizzazione dell’elettrificazione delle banchine portuali• Aumento degli acquisti verdi nella pubblica amministrazione come motore per una svolta sostenibile
    • Ideazione di misure attrattive per le imprese con impronta ambientale zero• Sostegno all’implementazione dell’illuminazione pubblica a LED
    • Potenziamento della produzione di energia rinnovabile in un’ottica di riqualificazione e sostenibilità dei territori
    • Valorizzazione della risorsa “bosco” attraverso la costituzione del tavolo filiera bosco-legno-energia con gli stakeholder del settore e le parti pubbliche
    • Ideazione di misure per la riduzione dell’uso delle plastiche, finanziamenti volti all’installazione di strumenti “mangia-plastica” nelle acque della Liguria• Sostegno alla riqualificazione energetica degli edifici con attenzione alle imprese del territorio
    • Favorire l’economia circolare, il riciclo, il riuso e il life-cycle analysis• Diffondere la cultura dell’ambiente nelle nuove generazioni attraverso patti educativi territoriali in educazione civica e sostenibilità ambientale con la collaborazione degli istituti scolastici
    • Selezione e contenimento della fauna selvatica e delle specie nocive, con particolare riferimento agli ungulati (nel percorso intrapreso sulla difesa del fondo e attraverso il ricorso ai coadiutori), che provocano situazioni di emergenza per i danni che causano all’agricoltura, alla viabilità, alla sicurezza
    Favorire nuovi strumenti per la nascita di associazioni fondiarie per il contrasto alla frammentazione della proprietà fondiaria
  • UNA CITTA’ PIÙ BELLA È UNA CITTA’ PIÙ VIVIBILE

    Approfondisci Chiudi

    In questi anni, dopo decenni di cementificazione selvaggia, abbiamo iniziato a migliorare il volto delle nostre città senza consumo di suolo o utilizzo di ulteriore cemento: dalla riqualificazione di edifici, quartieri e zone degradate della Liguria fino al grande Piano Casa per migliorare la qualità e la sicurezza delle nostre abitazioni. Ed è su questo filone che vogliamo andare avanti con importanti progetti di rigenerazione urbana che cambieranno le nostre città.
    • Riqualificazione del waterfront Genova progettato da Renzo Piano
    • Riqualificazione del waterfront La Spezia
    • Riqualificazione di Villa Zanelli
    • Masterplan per la rinascita di Palmaria
    • Demolizione del complesso della diga di Begato
    • Riqualificazione e rigenerazione urbana del centro di Ventimiglia
    • Riqualificazione waterfront Imperia
  • UNA LIGURIA A MISURA DI CITTADINO

    Approfondisci Chiudi

    • Azzeramento del canone di affitto degli alloggi di edilizia residenziale pubblica ai cittadini ultrasettantenni non morosi
    • Priorità ai cittadini Liguri nell’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica
    • Stop burocrazia: semplificazione degli obblighi amministrativi per enti locali e cittadini, sportello unico per le imprese, digitalizzazione totale delle pratiche con abbattimento digital divide per piccoli Comuni dell’entroterra
    • Istituzione di un fondo rotativo per la progettazione dei Comuni e in via prioritaria per la messa in sicurezza delle scuole• Riqualificazione di spazi abbandonati
  • PER UNA LIGURIA IN MOVIMENTO

    Approfondisci Chiudi

    Continueremo il nostro lavoro per rendere il trasporto pubblico efficiente e affidabile per le imprese del territorio e per una qualità della vita che sia all’altezza della Liguria e dei suoi abitanti, senza trascurare l’ambiente. Treni e bus devono essere sinonimo di qualità per la mobilità di tutti: per il lavoro, per il tempo libero, per i lavoratori autonomi e dipendenti, per studenti e turisti.
    • Completamento del rinnovo della flotta dei treni entro il 2023 (flotta regionale più giovane d’Italia)
    • Completamento del rinnovo della flotta del trasporto pubblico locale su gomma con l’implementazione della rete nei territori a bassa densità abitativa
    • Acquisizione da parte di Regione Liguria della titolarità di concedente delle autostrade
    • Potenziamento della struttura regionale di controllo e monitoraggio sulla qualità, puntualità e sicurezza del servizio ferroviario regionale
    • Richiesta a Trenitalia di potenziamento della direttrice ferroviaria con Milano e dei collegamenti Frecciargento con ridiscussione orari per Genova-Roma con coincidenze che servano anche il Ponente ligure
    • Implementazione dei finanziamenti per progetti di parcheggi urbani e di interscambio
    • Agevolazioni su abbonamenti bus per studenti e famiglie che abitano in centri con carenza di strutture scolastiche

LIGURIA SULLA ROTTA GIUSTA
PER TRAINARE LA CRESCITA DEL PAESE CON UNO SVILUPPO ECONOMICO INNOVATIVO, LA CREAZIONE DI NUOVI POSTI DI LAVORO, PIÙ SOSTEGNO AD AGRICOLTURA, CACCIA E PESCA

  • PER LO SVILUPPO ECONOMICO

    Approfondisci Chiudi

    Il lavoro è stato e sarà la priorità assoluta della nostra attività. Vogliamo continuare a valorizzare le nostre aziende ed essere attrattivi per la creazione di nuove imprese, implementando tutte le forme di supporto economico come i finanziamenti a fondo perduto, gli sgravi fiscali,i bonus assunzioni, e una costante integrazione con la nostra formazione professionale.
    • Liguria Business Tutor: piena attivazione e rafforzamento dello sportello unico per la gestione d’impresa intelligente; semplificare gli adempimenti inerenti il ciclo vitale delle imprese (massimo uso autocertificazioni)
    • Sostegno all’artigianato e al commercio di qualità. Adozione di un marchio di qualità unico made in Liguria per valorizzare i prodotti del territorio
    • Sostegno all’accesso al credito delle imprese liguri (fondo di rotazione – Confidi) tramite il rafforzamento del sistema di garanzie e il contrasto all’usura
    • Promuovere l’internazionalizzazione delle imprese liguri e l’apertura a nuovi mercati tramite l’uso delle nuove tecnologie, sia in termini di know-how che di risorse
    • Realizzazione di un centro di competenza regionale per le Startup:
    • Attivare forme di finanziamento per nuovi modelli di incubazione startup e percorsi di follow-up per le imprese già in fase di lancio
    • Incentivare lo sviluppo delle opportunità imprenditoriali e occupazionali nei grandi filoni della blue economy, silver economy, digital economy e green economy
    • Commissario per la digitalizzazione e l’innovazione della pubblica amministrazione• Sostegno tramite incentivi alle filiere locali per produzioni a KM zero
    • Promozione delle attività agricole familiari: investimenti in innovazione e ricerca nel campo agricolo del demanio marittimo
    • Perseguire l’attrattività, la vitalità e la sicurezza dei nostri Centri Storici per mantenerne e ampliarne il tessuto economico tradizionale, anche attraverso sgravi fiscali ed incentivi alla riqualificazione
    • Valorizzare la grande tradizione commerciale e artigianale ligure quali “Artigiani in Liguria”, “Bottega Ligure”,come fattori di attrattività anche turistica
    • Attivazione tavolo per l’Entroterra – modello Patto di Vallata- per la tutela e la conservazione dei territori a favore dei piccoli comuni dell’entroterra. Proseguire il piano di sostegno alle botteghe dell’entroterra, il coordinamento delle politiche dedicate al sostegno alle imprese produttive e commerciali e rafforzare il progetto di Politica di Coesione Regionale delle Aree Interne per il rilancio dello sviluppo dei piccoli Comuni che si trovano in aree marginalizzate ai servizi essenziali – trasporti, sanità, scuola e cultura
    • valutando un esonero da contributi a scalare per le imprese e incentivi per nuove startup
    • Istituzione delle Zone economiche appenniniche per i Comuni a rischio spopolamento (con perdite demografiche superiori al 50% dal censimento del 1971) e introduzione dell’aliquota agevolata (flat tax) nei Comuni periferici e ultra-periferici per Pmi senza limiti di fatturato
    • Estensione della rete di metanizzazione e supporto all’installazione di bomboloni di comunità a GNL, riduzione aliquota regionale su accise sul Gpl a uso riscaldamento nei Comuni non metanizzati
      Sostegno alla diffusione della banda larga e ultra-larga (BUL) su tutto il territorio regionale, comprese le aree montuose e meno popolate, estensione e garanzia di copertura del servizio televisivo digitale e telefonico nelle valli oggi ancora non raggiunte e su tutto il territorio regionale, comprese le autostrade e ferrovie
    • Adozione del Patto per il Lavoro – a modello del Patto del lavoro nel turismo – per sostenere un maggior incremento di posti di lavoro nei settori trainanti dell’economia ligure, attraverso il confronto con le parti sociali e l’affiancamento di queste azioni con specifici piani generalisti. Rientrano in questa misura i Patti per il lavoro cooperativo e la prosecuzione del Piano di rinserimento lavorativo over 60
    • Incentivare le imprese al ricambio generazionale con un riconoscimento agli imprenditori che decidono di investire su giovani talenti e favorire la diffusione di modelli formazione aziendale moderni (CFO, HR manager, IT manager)
    • Prosecuzione del sostegno alla ricerca attraverso i Poli di Ricerca e Innovazione
    • Mantenere una forte collaborazione con Università, sistema scolastico, corpi intermedi e privati per realizzare una mappatura del fabbisogno professionale delle imprese allineando l’offerta formativa rivolta ai giovani con politiche integrate tra istruzione, formazione e lavoro
    • Rafforzare la partecipazione regionale al capitale sociale anche con il coinvolgendo di investitori terzi (Liguria Business Partner)• Supporto alle attività dei balneari in tema di rinnovo delle concessioni
    • Per le PMI sostegno ad investimenti in funzione di efficienza energetica, anche per opere infrastrutturali, con premialità per fornitori di prossimità
    • Rinnovo iniziative per riqualificazione energetica degli edifici pubblici
    • Sostenere il sistema delle cooperative di produzione, con attenzione alle nuove costituzioni tra lavoratori (“workers’ buy out”)
    • Rafforzare la partecipazione regionale al capitale sociale anche con il coinvolgendo di investitori terzi (Liguria Business Partner)
    • Supporto alle attività dei balneari in tema di rinnovo delle concessioni
  • LAVORIAMO BENE LA NOSTRA TERRA, RISPETTIAMO IL NOSTRO MARE

    Approfondisci Chiudi

    • Sostegno allo sviluppo rurale
    • Il nuovo Piano di Sviluppo Rurale dovrà assolutamente partire da un rinnovato “Tavolo di concertazione” con le associazioni agricole, che vada a costruire una strategia in cui amministrazioni pubbliche e imprese siano in piena sinergia, snellendo e sburocratizzando le procedure, accorciando i tempi per l’invio dei nullaosta e, ove necessario, potenziando gli uffici regionali cominciando soprattutto da quelli collocati sul territorio.
    • Valorizzazione e tutela dell’attività venatoria, quale attività di presidio dell’ambiente e mantenimento dell’ecosistema
    • Difesa della pesca tradizionale per approvvigionamento continuo dei prodotti alimentari
    • Supporto ai floricoltori e alle loro aziende, che hanno fatto la storia e l’immagine in particolare del Ponente ligure (messa a disposizione di “Servizi” fra cui la ricerca di mercati e promozione dei prodotti).
    • Sviluppo del Km “0” e dei mercati di vendita diretta, per consumare prodotti locali, sani e sicuri
    • Sostegno alle filiere produttive agricole, associandole soprattutto al turismo alla promozione dei marchi di qualità, De.Co IGP, DOP e DOC
    • Proseguimento del progetto che prevede prodotti bio nelle mense scolastiche
    • Rafforzare la partecipazione regionale al capitale sociale anche con il coinvolgendo di investitori terzi (Liguria Business Partner)• Supporto alle attività dei balneari in tema di rinnovo delle concessioni
    • Per le PMI sostegno ad investimenti in funzione di efficienza energetica, anche per opere infrastrutturali, con premialità per fornitori di prossimità
    • Rinnovo iniziative per riqualificazione energetica degli edifici pubblici
    • Sostenere il sistema delle cooperative di produzione, con attenzione alle nuove costituzioni tra lavoratori (“workers’ buy out”)

LIGURIA SULLA ROTTA GIUSTA
PER REALIZZARE UN’AUTONOMIA VIRTUOSA, PER LA SEMPLIFICAZIONE BUROCRATICA E PER CONTENERE LA PRESSIONE FISCALE

  • – ROMA + LIGURIA

    Approfondisci Chiudi

    • Più autonomia e poteri alle Regioni: lo chiediamo da tempo e l’ottima gestione dei territori durante l’emergenza Covid ha reso ancor più evidente la necessità che questo percorso continui. Un nuovo assetto istituzionale del Paese indispensabile per una politica più vicina al territorio, che ne rispecchi davvero esigenze e peculiarità.
    • Commissario per l’autonomia e la semplificazione
    • Task Force «zero burocrazia», predisporre un piano strategico a burocrazia “0” (zero) di interventi normativi e amministrativi volti a ridurre drasticamente l’impatto della burocrazia per le imprese e i cittadini
    • Riforma delle società regionali a sostegno delle imprese e per la gestione dei fondi europei
    • Modifica della governance dei porti liguri per trattenere sul territorio una parte consistente del gettito fiscale prodotto dai traffici portuali
    • Istituzione di una Zona semplificata a burocrazia zero che includa i porti liguri e le aree retro portuali
    • Valorizzazione della sussidiarietà orizzontale e del cd. Terzo settore più autonomo da Roma.
    • Ottenere dal Governo centrale l’approvazione finale del percorso già avviato di autonomia differenziata
    • “Voucherizzare” i servizi erogati sul territorio da Regione e dagli enti localiAcquisizione delle competenze attualmente esercitate dalle Soprintendenze MIBACT
    • Realizzazione sportello unico per i pagamenti di competenza regionale
    • Acquisizione maggiore autonomia regionale nell’organizzazione del Sistema di emergenza sanitaria territoriale 118
    • Istituzione di coordinamento permanente tra le regioni del nord per la programmazione interregionale
    • Rimodulazione degli incentivi fiscali attraverso la riduzione dell’IRAP allargamento le politiche d’esenzione alle aziende che creano posti di lavoro
    • Prosecuzione delle politiche di defiscalizzazione per start up, per nuove unità innovative, per innovazione di prodotto e di processo
    • Favorire mediante sgravi fiscali e incentivi la digitalizzazione delle imprese liguri
      Adottare una fiscalità di vantaggio per i piccoli Comuni e per il miglioramento dei servizi alla persona
      Ampliamento dell’esenzione dal bollo auto per i veicoli privati e industriali a basso impatto ambientale
      Mantenere l’esenzione addizionale Irpef per fasce più deboli

LIGURIA SULLA ROTTA GIUSTA
SCUOLA E FORMAZIONE AL CENTRO, CULLA DI CULTURA, TERRA DI TRADIZIONI, CAMPIONESSA DELLO SPORT, STUDIARE OGGI, PER LAVORARE DOMANI: ORIENTARE I GIOVANI E OFFRIRE LORO OPPORTUNITÀ

  • SCUOLA E GIOVANI

    Approfondisci Chiudi

    I giovani sono il nostro futuro, è per loro che in questi cinque anni ci siamo impegnati affinché la Liguria offrisse opportunità di orientamento, formazione e inserimento nel mondo del lavoro. Non vogliamo più vedere i nostri giovani andare via per cercare un’occupazione. Vogliamo che tutti abbiano la loro possibilità di avere un futuro in Liguria e che le nostre scuole siano accoglienti ma soprattutto sicure.

    • Una formazione che crea posti di lavoro: continuare la riforma che vincola l’attivazione di corsi e risorse alla garanzia occupazionale. Un meccanismo che ha portato a una media di occupazione di oltre il 70% con punte in alcuni settori del 100%
    • Mettere al centro il diritto allo studio grazie all’erogazione di borse di studio, voucher per l’acquisto dei libri di testo, agevolazioni ed esenzioni per iscrizioni e frequenza ai master
    • Potenziare ulteriormente il sistema di orientamento dei giovani e genitori grazie a Orientamenti, il più grande salone d’Italia (con 100mila presenze all’anno) in modo da indirizzare i nostri giovani alle prospettive concrete del mercato del lavoro
    • Potenziamento delle borse di studio regionali per garantire a tutti i liguri meritevoli il diritto allo studio
    • Rafforzamento della partecipazione delle famiglie alla vita della scuola, favorendo l’ampliamento delle competenze dei Comitati di partecipazione a livello di Ambito territoriale e la diffusione del Portale del genitore, che mette a disposizione un parco di strumenti con accesso in un unico punto e fruibili online in modalità multicanale, anche per la Didattica a distanza
    • Potenziamento dei corsi di istruzione tecnica superiore post-diploma • Piano pluriennale di edilizia scolastica basato su risorse certe per completare la messa in sicurezza delle nostre scuole affinché siano moderne, sicure ed efficienti.
    • Garantire le migliori dotazioni tecnologiche, sostegno a forme sperimentali di tele-insegnamento
    • Proseguimento del progetto “Psicologia del traffico” per sensibilizzare i giovani sulla sicurezza stradale contro l’uso di alcool e droga. Per i frequentatori sarà garantito un’ora di scuola guida gratuita
    • “Liguria da set”: Sostegno alle società di produzione cinematografiche che scelgono la nostra regione per film, spot e fiction
    • Premiare la capacità del territorio di fare rete finanziando eventi, festival progetti mostre che uniscono pubblico e privato con progetti consolidati o innovativi
  • SULLE NOTE DELLA CULTURA

    Approfondisci Chiudi

    Un patrimonio culturale, artistico e architettonico che ha fatto conoscere la Liguria nel mondo e che vogliamo continuare a valorizzare, per promuoverne la bellezza e l’unicità dei nostri territori. Una tradizione cantautorale come fiore all’occhiello, da far scoprire ai turisti e da tramandare alle nuove generazioni. Una cultura più smart e vicina anche al mondo dei giovani, con l’ampliamento della digitalizzazione dell’offerta culturale ed eventi dedicati.
    • L’arte e la bellezza come filo conduttore della valorizzazione del patrimonio storico-artistico e le tradizioni della Liguria da trasformare in fattore di crescita, elemento di identità e motore di ricchezza. Arte e bellezza possono essere valorizzate come parte del quotidiano di ogni cittadino e comunità da rispettare, custodire e vivere.
    • Proporre un’offerta vasta e integrata per la diffusione della cultura attraverso l’arte. Realizzazione di una rete museale della Liguria, attraverso una gestione manageriale del patrimonio che comprenda anche un dialogo con i grandi attrattori culturali liguri perché siano percepiti come parte integrante della comunità e attivatori e catalizzatori di interesse per la popolazione. Arricchire le collezioni (attraverso donazioni, comodati, acquisizioni ecc.) per aumentare la performance del museo rispetto alla sua specifica mission;
    • Arricchimento dell’offerta regionale tramite la realizzazione di nuovi siti culturali come l’apertura della “Casa del cantautore” in via di realizzazione.
    • Proseguimento dell’insegnamento nelle scuole della storia dei cantautori liguri
    • Aumenti dei fondi dedicati per il finanziamento di eventi culturali tradizionali dei piccoli Comuni
    • Implementazione dei contributi da destinare alle associazioni culturali del territorio ligure
    • Potenziamento della valorizzazione e cura dei centri storici e dei borghi costieri e dell’entroterra ricchi di storia della nostra regione
    • Liguria Card: offerte integrate per musei, trasporti, turismo, ristorazione, librerie per tutti i liguri
    • Favorire la digitalizzazione dell’offerta culturale con informazioni on line in tempo reale
    • Riqualificazione e valorizzazione dei nostri teatri e delle fondazioni liriche
    • Implementazione della qualità, varietà e capacità di proposta innovativa della programmazione dei Teatri Carlo Felice e Nazionale, attraverso produzioni di rilievo nazionale e internazionale, co-produzioni con i maggiori Teatri lirico-sinfonici e di prosa, anteprime e produzioni innovative per i Festival della città,
    • Promozione e sviluppo dell’interazione e collaborazione fra i Teatri, le istituzioni culturali e l’Università al fine di avvicinare un più ampio pubblico culturale-teatrale anche con formule innovative. Riequilibrio del sistema teatrale ligure anche attraverso il supporto e la valorizzazione dei teatri territoriali.
  • UNA LIGURIA DA SERIE A

    Approfondisci Chiudi

    Lo sport vissuto a 360 gradi, per il benessere psicofisico dei cittadini ma anche come volano per il turismo, in un territorio che tra mare e monti offre a chi viene a visitarlo possibilità adatte a tutti i gusti, dal trekking al ciclismo, passando per il surf fino agli sport più tradizionali e alle grandi manifestazioni dedicate. Lo sport vissuto come crescita, benessere ed educazione per i più giovani, ac-cessibile a tutti e in strutture più sicure, grazie ai finanziamenti per ristrutturarle.
    • Aumento degli investimenti per gli impianti sportivi.
    • Sport accessibile a tutti a partire da famiglie, bambini, diversamente abili, over, fino ad arrivare ai grandi professionisti presenti nella nostra regione.
    • Genova capitale Europea dello sport 2024, un’occasione di visibilità e una grande opportunità per tutto il mondo sportivo della Liguria.
    • Daremo vita ad una Commissione Sport per attrarre eventi sportivi• Sostegno di tutte le manifestazioni legate al mare e alla nautica.
    • Sostegno per l’adeguamento dello stadio Alberto Picco di Spezia agli standard previsti dalla Lega Calcio per disputare le gare del campionato in serie A.
    • Valorizzazione della sentieristica ligure e delle attività outdoor (ad esempio: mountain bike, escursionismo, arrampicata)

LIGURIA SULLA ROTTA GIUSTA
LIGURIA SULLA ROTTA GIUSTA PER SVILUPPARE UN TURISMO DI QUALITÀ

  • BENVENUTI IN LIGURIA

    Approfondisci Chiudi

    Il settore turistico rappresenta una parte fondamentale dell’economia della Liguria, circa il 20% del Pil, e come amministrazione abbiamo sempre investito sulla promozione del nostro territorio, con campagne a livello nazionale e internazionale per far conoscere al mondo il nostro bellissimo mare e i suoi borghi caratteristici ma anche l’entroterra, i suoi parchi e le tante eccellenze enogastronomiche. Dopo la recente emergenza sanitaria, Regione Liguria ha messo in campo 6 milioni di euro per aiutare le strutture ricettive, che hanno dovuto sostenere costi più elevati, a ripartire.
    • Ampliare il patto per lo sviluppo strategico del Turismo in collaborazione tra Comuni limitrofi e costa ed entroterra, per ottimizzare e aggiornare i servizi per i turisti
    • Riprogrammazione dei fondi europei: POR FESR esteso al settore turismo e all’utilizzo di spesa per la promozione del territorio
    • Favorire il turismo esperienziale (REL- rete escursioni regione Liguria) valorizzando l’offerta culturale, gastronomica, ambientale e sportiva della Liguria, agevolando i rapporti tra diversi operatori• Utilizzo dei fondi FESR per le imprese del settore turistico con l’obiettivo di riqualificare le strutture ricettive
    • Utilizzo dei fondi FESR e PSR per la promozione turistica internazionale della destinazione Liguria • Persistere al contrasto all’abusivismo nel settore ricettivo
    • Proseguire con le grandi campagne nazionali per promuovere il turismo e le eccellenze tutto l’anno, grazie anche alla collaborazione con gli albergatori e gli imprenditori del territorio
    • Destagionalizzazione del turismo: incentivi per le attività che restano aperte anche nei mesi invernali
    • Nuovi info point anche digitali per innalzare la qualità dell’offerta turistica
    • Incentivare l’attività crocieristica attraverso la realizzazione di nuove stazioni crocieristiche e il miglioramento delle esistenti
    • Sostenere il Turismo Motor-Sportivo: far acquisire validità europea o mondiale agli eventi esistenti; promuovere raduni motoristici di veicoli storici e moderni da esporre nelle piu’ rinomate località turistiche
    • Incrementare le politiche per la valorizzazione del marketing territoriale con particolare attenzione all’offerta turistica delle eccellenze enogastronomiche, storico colturali e ambientali del territorio
    • Sostegno al turismo Motor-Sportivo: facquisizione della validità europea o mondiale agli eventi esistenti; promuovere raduni motoristici di veicoli storici e moderni da esporre nelle piu’ rinomate località turistiche
    • Aumento della promozione del territorio ligure attraverso la partecipazione a fiere ed eventi nazionali e internazionali
    • Valorizzazione e promozione del brand #lamialiguria, dal 21 agosto scorso Marchio Europeo di eccellenza del turismo della nostra regione
  • LIGURIA AMICA DEGLI ANIMALI

    Approfondisci Chiudi

    La Liguria è da sempre amica degli animali domestici, per questo Regione si impegnerà ad attuare dei provvedimenti per migliorare la vita dei nostri fedeli compagni di viaggio.

    • Micro chip cani gratuito secondo fasce reddituali
    • Sterilizzazione gratuita dei gatti• Semplificazione gestione ricetta veterinaria
    • Potenziamento assistenza Guardia Medica Veterinaria per tutti gli animali• Creare almeno una spiaggia dedicata ai cani in ogni comune, le Bau Beach

MAMME

Abbiamo aiutato le mamme